L’ultimo upgrade di Backup Exec 12

Sicurezza

Symantec accentua le capacità di remote management della propria piattaforma di punta

Symantec ha rinnovato Backup Exec, che ora include il sistema Continuous Protection Server (Cps) per Windows, Sql Server ed Exchange . Cps può essere integrato all’interno del cuore operqativo della console di Backup Exec consentendo a un amministratore di monitorare sia I processi Cps e i backup più strategici da un’unica postazione di controllo e fare lo spooling dei dati presidiati da Cps per un’archiviazione su nastro a lungo termine. L’agente Cps consente a un responsabile del servizio di effettuare da un server Cps il backup da remoto, gestendo anche l’ampiezza di banda necessaria alla procedura.

Una volta che i file sono stati archiviati, gli utenti posso effettuare il ripristino dei dati in maniera autonoma da un qualsiasi sit Web sul server Cps. Ma ci sono altre nuove funzionalità che arricchiscono la nuova ediizone della soluzione Symantec: Backup Exec 12 aggiunge infatti supporta anche l’ultima versione di Windows, può effettuare il riprisitino di item individuali da un backup del database basato su SharePoint o Exchange.

Backup Exec 12 può inoltre eseguire il backup il sistema di archiviaizone di Symantec Enterprise Vault Exchange e, attraverso l’integrazione con Endpoint Security di Symantec, può in automatico iniziare il backup dei vari job quando la casa madre alza i livelli di allerta su possibili attacchi. IL servizio, noto come Spn, parted al costo base di1 dollaro per arrivare a 2 dollari per ogni gigabyte archiviato mensilmente, a seconda dei volumi. Con le giuste configurazioni, Backup Exec può effettuare anche il backup degli ambienti Macintosh, Unix e Linux così come dei file NetApp o Ibm mediante il protocollo Network Data Management e server Window.

Read also :
Autore: Silicon
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore