Il software nascosto di Lenovo rivela pratiche discutibili dell’industria del PC

SicurezzaVirus

Lenovo aveva installato adware sui suoi PC per consumatori. Il software diventa fonte di fatturato aggiuntivo per i vendor di PC

Lenovo ha dovuto scusarsi pubblicamente per aver installato un software della società Superfish su un certo numero di personal computer destinati al pubblico dei consumatori. E ha messo in atto “ tutte le misure possibili per aiutare gli utenti a risolvere i problemi legati a Superfish”. Ma il costruttore cinese numero uno dei PC ha dovuto ricorre anche ai servizi e alle competenze di McAfee e Microsoft per sradicare completamente questo adware , un software particolarmente intrusivo.

Il programma è stato preinstallato all’insaputa dei consumatori su alcuni modelli in seguito a un accordo commerciale stipulato dal società cinese con l’americana Superfish.

Il software si interpone tra l’utente e il web inserendo pubblicità non desiderate. Una sorta di intrusione pubblicitaria di cui è difficile sbarazzarsi dato che viene preinstallata nei PC. Inoltre il programma pone seri problemi di sicurezza introducendosi anche nei collegamenti sicuri e cifrati verso il web.
Come si è affrettata a segnalare Lenovo,  i portatili ThinkPad e gli altri PC destinati a un uso professionale aziendale non sono stati toccati da questo adware insidioso.

superfish

Ma questo insidioso inconveniente per il grande pubblico ha mostrato che certi costruttori di PC ,anche di primo piano, non esitano a legarsi con partnership discutibili alle spese degli acquirenti dei loro prodotti. L’accordo commerciale che legava Lenovo a Superfish aveva senza dubbio risvolti economici .

Messa alle strette con i margini sempre più risicati dell’hardware , l’industria dei PC è alla ricerca di fatturati addizionali che solo il software preinstallato nelle macchine è in grado di procurare. Un PC sembra diventato un portatore di raccolte di software e programmi che i vendor a hanno messo a disposizione del miglior offerente.
Un esempio sono proprio gli antivirus che si trovano appena si mette in moto un PC tutto nuovo. Hanno un prezzo che le software house che li producono hanno pagato al costruttore che li installa sui milioni di PC che mette in vendita. Lenovo è tuttavia andata troppo in là facendo un accordo con un’azienda che utilizza una tecnologia sviluppata da una società israeliana (Komodia) che può mettere a repentaglio il PC all’insaputa del suo utilizzatore.

komodia

Solo il tempo dirà quale impatto commerciale questo “scandalo” avrà sulle vendite di Lenovo. Certamente non fa che aumentare le paure già esistenti nel pubblico sulla sorveglianza generalizzata e occulta che si pratica nel mondo di Internet.

Read also :
Autore: Silicon
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore