ICS Forum, come togliere le aziende dalle paralisi informatiche

CyberwarSicurezza

ICS Forum è la mostra convegno organizzata da Messe Frankfurt Italia, in programma a Milano il 30 gennaio al Grand Visconti Palace, che si è proposta di toccare con mano i temi della cybersecurity e provare a dare una mano alle aziende

Tra le sempre più frequenti notizie di incidenti informatici che paralizzano le aziende, causando danni economici talvolta difficili anche solo da stimare, e l’emergere di nuove vulnerabilità che espongono sempre di più gli asset industriali al rischio di attacchi, la cyber security sta rapidamente salendo nella scala delle priorità delle imprese manifatturiere.

Se i tecnici dei reparti produttivi iniziano a comprendere che la cyber security industriale non può essere considerato affare unicamente di pertinenza del reparto IT, dall’altro lato i CIO stanno toccando con mano la verità che non è possibile proteggere gli asset di fabbrica con gli stessi tool impiegati in sala server.

A questo va aggiunto che gli imprenditori stanno finalmente iniziando a interessarsi alla questione sicurezza e a comprendere che è un tema in grado di avere un impatto significativo sul loro business. ICS Forum è la mostra convegno organizzata da Messe Frankfurt Italia in collaborazione con Innovation Post, in programma a Milano il 30 gennaio al Grand Visconti Palace, che si è proposta proprio di toccare con mano questi temi e provare a dare una mano alle aziende.

All’aumento dei rischi, quindi, sta rispondendo una maggiore attenzione degli operatori al tema della sicurezza industriale: e ne è riprova il fatto che, a due settimane dall’evento, siano già oltre 500 i tecnici, i manager e gli imprenditori che si sono registrati a ICS Forum, un evento il cui obiettivo principale è consegnare al visitatore – tecnico, manager e imprenditore – una “cassetta degli attrezzi” che gli consenta di orientarsi in un mondo percepito come complesso e ostico.

Un insieme di informazioni e conoscenze che gli permettano di valutare il proprio grado di maturità, conoscere gli aspetti normativi di maggiore rilevanza, capire come prevenire, riconoscere e reagire a un attacco. Concepito da un pool di esperti provenienti da aziende, università e istituzioni, il programma della giornata prevede una prima sessione pensata per offrire al pubblico un inquadramento del tema della cybersecurity nel percorso di digital transformation delle imprese manifatturiere, con un cenno ai “numeri” del cyber-rischio e indicazioni su come valutare il proprio grado di maturità, con un occhio di riguardo anche alle Pmi.

A seguire saranno approfonditi gli aspetti legali e normativi della Cybersecurity, con riferimento alla direttiva NIS, alle norme ISO 27001 e IEC62443, ma anche al GDPR che entrerà in vigore a mesi e le strategie di prevenzione e risposta agli attacchi. Le tavole rotonde del pomeriggio presenteranno le testimonianze di alcune imprese che hanno già iniziato ad affrontare il nodo della “governance” della sicurezza degli asset produttivi, tra cui Barilla, Enel, Saipem, Solvay, e offriranno il punto di vista degli esperti di alcune delle principali aziende specializzate nella fornitura di soluzioni tecnologiche. Nel corso della giornata sarà inoltre possibile seguire diversi Workshop nei quali approfondire il funzionamento delle soluzioni commercialmente disponibili.

Read also :