HP Application Defender aiuta le applicazioni a difendersi da sole

Sicurezza

La nuova piattaforma Application Defender si basa sulla tecnologia Fortify di HP

HP annuncia una nuova tecnologia che sembra uscire dai tradizionali confini della sicurezza IT. Invece di fornire sicurezza perimetrale sulla rete o sull’endpoint tenta di abilitare le applicazioni a difendersi da sole attraverso un servizio che si basa sul cloud.

La nuova piattaforma Application Defender si basa sulla tecnologia Fortify di HP. Come spiega Jason Schmitt, general manager, Fortify, Enterprise Security Products, HP, “Vulnerabilità come cross-site scripting e iniezioni SQL colpiscono il 53% delle applicazioni , ma finora non esisteva un modo semplice ed efficace per permettere alle applicazioni aziendali di auto-proteggersi.Grazie al servizio di auto-protezione delle applicazioni, il primo del suo genere, HP Application Defender semplifica la sicurezza delle applicazioni e consente alle aziende di identificare automaticamente le vulnerabilità del software e proteggersi in tempo reale, bloccando ciò che altri non riescono neppure a vedere.”

defendertab

Indipendentemente dal fatto che un’azienda abbia due o duemila applicazioni, Application Defender si adatta per soddisfare le esigenze di sicurezza. Con una piattaforma di gestione cloud based, Application Defender consente ai professionisti della sicurezza, sempre in lotta con la scarsità di tempo e risorse, d’individuare e bloccare le aggressioni in maniera veloce ed efficace, senza cambiare codice o installare altri dispositivi sulla rete.

HP Application Defender permette agli utenti di gestire e riferire i dati di sicurezza in tempo reale, sfruttando dashboard interattive e alert di facile utilizzo che forniscono informazioni dettagliate sulla natura dell’attacco e sul luogo in cui si è verificata. HP Application Defender fornisce informazioni dall’interno dell’applicazione, il che aiuta gli sviluppatori a risolvere il problema in via permanente nel codice sorgente, mentre lo stesso viene risolto in maniera virtuale nell’ambiente di produzione.
Per prevenire le aggressioni dall’interno dell’applicazione, Application Defender sfrutta la tecnologia Fortify di analisi del tempo di esecuzione per monitorare l’attività nell’ambiente di esecuzione, rilevando e bloccando le aggressioni in tempo reale. L’introduzione di Application Defender come piattaforma Software-as-a-Service permette alle imprese di qualsiasi dimensione di proteggere le proprie applicazioni da minacce avanzate senza ingenti investimenti di risorse per la sicurezza.
La focalizzazione attuale della piattaforma è a difesa delle applicazioni Java e .Net.
Gartner ritiene che la strada intrapresa da HP sia quella giusta. “Nel 2017, il 25% delle applicazioni disporranno di funzioni di auto-protezione native, contro meno dell’1% nel 2012”, ha scritto Joseph Fieman, research vice president and Gartner fellow, Gartner Research. “Le applicazioni sono meglio protette se sono dotate di funzioni di auto-protezione native, che offrono informazioni approfondite sulla logica, la configurazione e i flussi di dati ed eventi all’interno dell’applicazione stessa.”

Read also :
Autore: Silicon
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore