Check Point: nuove appliance per la sicurezza delle PMI

FirewallSicurezza

Le appliance della linea 700 di Check Point offrono funzioni di protezione e controllo degli accessi, anche con il supporto della connettività Wi-Fi

Check Point ha presentato una nuova linea di appliance per la sicurezza delle piccole e medie imprese: si tratta della linea siglata 700, che amplia la precedente 600 e comprende al momento due modelli. Le funzioni di protezione sono le medesime e sono suddivise in tre aree: controllo degli accessi (firewall, controllo delle applicazioni, filtro degli URL), Threat Prevention (IPS, anti-virus, anti-spam, anti-bot) e VPN.

Dal punto di vista hardware le appliance sono dispositivi di rete di piccole dimensioni che offrono in entrambe le versioni una porta WAN Gigabit, una seconda porta a 1.000 Mbps per la creazione di una DMZ e uno switch sempre Gigabit a 6 porte.

L'appliance Check Point 700
L’appliance Check Point 700

Il throughput inteso come massimo traffico passante quando le funzioni di protezione sono attive fa la differenza tra i due modelli: la versione 730 offre un throughput di 100 Mbps, la 750 raddoppia questo valore. Con il solo firewall in funzione il traffico migliora, passando rispettivamente a 750 e 1.000 Mbps.

Entrambe le appliance sono dotate di connettività Wi-Fi 802.11ac ed entro l’estate sarà disponibile anche l’opzione di connettività VDSL. Una scheda di memoria SD può contenere i log del sistema e le configurazioni ed è possibile collegare una console di gestione via USB o RS-232.

Dato il mercato di riferimento (reti sino a cento postazioni) Check Point punta molto sulla facilità di gestione delle nuove appliance, che può avvenire direttamente con una console web o attraverso il Check Point Security Management Portal.

Read also :
Autore: Silicon
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore