Enterprise Mobility Cloud Report di Citrix: iOS in testa, in aumento il blacklisting delle app

EnterpriseFisco e FinanzaMobilitySicurezza

iOS guida il mercato enterprise, Android cresce rapidamente in Emea . I trend nella gestione delle app

Nell’Enterprise Mobility Cloud Report realizzato da Citrix sono segnalate le principali tendenze che stanno caratterizzando il mercato della mobility aziendale. Nonostante il forte aumento dei dispositivi Google Android in Europa, iOS di Apple è ancora leader nella enterprise mobility in tutto il mondo.

 

iOS è la piattaforma preferita in molti settori verticali, quali la vendita al dettaglio e i ristoranti. Android, invece è la piattaforma preferita dalle aziende che forniscono servizi, ad esempio nel settore dei trasporti e dei servizi. Android è stato adottato soprattutto dalle organizzazioni sanitarie (in particolare quelle che offrono cure a domicilio e hanno implementato un modello di mobility aziendale basato su cloud), e dei trasporti Con il 58% di tutti i dispositivi, iOS è ancora la piattaforma preferita dalle aziende. A livello globale Android ha perso due punti percentuali, mentre, con il 7% dei dispositivi, Windows Mobile è rimasto stabile. In Europa, Medio Oriente e Africa Android è stata la piattaforma che ha registrato la più rapida crescita arrivando al 36% nella regione. Apple invece ha visto scendere la penetrazione dei propri dispositivi dal 56% al 43% e Windows Mobile ha guadagnato 2 punti di share ottenendo il 21%.

Lo studio delinea inoltre quali siano i trend nelle modalità con cui le imprese gestiscono le policy per le applicazioni e la sicurezza, con un aumento delle app mobili incluse nelle liste nere, tra cui Facebook e Dropbox Le aziende hanno scelto un atteggiamento più aggressivo verso le app da inserire nelle liste nere. In genere, le organizzazioni inseriscono nella lista nera le app che considerano una minaccia per i dati o la sicurezza di rete, ad esempio le app che permettono di sincronizzare e condividere i file al di fuori della rete aziendale. Alcuni bandiscono anche le app che possono ridurre la produttività, come giochi e social media. Questo vale soprattutto per i dispositivi utilizzati da utenti che svolgono attività basate su obiettivi. Le più comuni applicazioni incluse nelle liste nere sono: Angry Birds, Facebook, Dropbox, e YouTube, mentre le applicazioni più inserite nelle liste bianche sono: Evernote, NitroDesk TouchDown, Google Chrome e Adobe Reader. Skype è l’unica applicazione presente sia nelle black list che nelle white list.

Read also :
Autore: Silicon
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore