Dell SonicWALL a caccia delle vulnerabilità delle applicazioni

EnterpriseFisco e FinanzaSicurezza

Windows XP – uno dei principali 15 prodotti colpiti nel 2013 – continuerà a subire un’ondata di attacchi

Il team Dell SonicWALL Threat Research rivela i principali risultati del suo report 2013 sulle minacce, focalizzato sui trend delle vulnerabilità zero-day e le nuove tattiche di cyber crime. Il report annuale è supportato dal network Dell SonicWALL Global Response Intelligent Defense (GRID), una rete di intelligence sulle minacce con oltre 1 milione di sensori . Nel 2013, Dell SonicWALL ha rilevato ed evitato 1,06 trilioni di attacchi IPS, 1,78 miliardi di download malware, e ricevuto 20,1 milioni di campioni di malware unici. Nel 2013 sono state riportate 14 vulnerabilità zero-day . Gli attacchi browser-based sono in cima alla lista con Java al primo posto tra le applicazioni prese di mira, seguito da Internet Explorer e Adobe Flash Player. Altri zero-day degni di nota hanno avuto come obiettivi Adobe Reader e il sistema operativo Windows.

dell-report

Per la prima volta nel 2013, i ricercatori Dell SonicWALL hanno visto i criminali informatici iniziare a implementare ransomware più forte che sfrutta la crittografia di chiavi asimmetrica per cifrare i dati critici sulle macchine infette. È stato osservato un nuovo Cryptolocker Trojan che, diversamente dal Ransomware tradizionale, lascia intatto l’accesso al sistema ma cifra documenti ed eseguibili che trova nel sistema.

Quanto al 2014 gli esperti prevedo la crescita di attacchi malware sofisticati che infettano sia sistemi desktop che mobili. Android continuerà a essere la piattaforma principale per i dispositivi mobili e sarà un focus per molti attacchi criminali.

dell-tab2

Windows XP – uno dei principali 15 prodotti colpiti nel 2013 – continuerà a subire un’ondata di attacchi data la fine del ciclo di vita del suo supporto nel 2014. Le organizzazioni che non migrano a una versione più recente di Windows e continuano a usare Windows XP sono particolarmente vulnerabili senza il supporto e le patch Microsoft. I ricercatori prevedono che Windows 7/8 saranno i prossimi nuovi bersagli. –

Read also :
Autore: Silicon
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore