Adobe porta la firma digitale in cloud con standard aperto

AutenticazioneSicurezza
Firma Digitale shutterstock_130923356

La firma digitale approda sui dispositivi mobile e Adobe Sign integra la scansione da mobile dei documenti cartacei. La proposta di Adobe di una firma digitale basata su cloud e standard aperto

E’ un percorso lungo e abbastanza tortuoso quello che sta portando Adobe finalmente alla proposta della prima soluzione per la firma digitale basata su cloud e su open-standard. Adobe Document Cloud e Adobe Sign consentiranno presto di sfruttare su browser e potenzialmente da qualsiasi device la firma digitale conforme per la validazione di documenti e moduli nel rispetto delle nuove norme eIDAS dell’Unione Europea. Nella definizione della proposta starebbero anche i suoi punti di forza: l’approccio cloud secondo i dettami del Cloud Signature Consortium e l’apertura dello standard.

Adobe Sign consente di lavorare con gli ID digitali più affidabili, abilita la firma da desktop con oltre duecento realtà in ambito Eutl e sulla speciale lista Adobe Aatl, sono invece le specifiche open standard realizzate con il Consortium a estendere la firma su mobile e web attraverso l’anteprima di Adobe Sign aggiornato di cui è atteso il rilascio nelle prossime settimane.

L’identificazione digitale via cloud nei prossimi mesi sarà disponibile anche in Italia tramite InfoCert, Intarsys, Intesi Group e Universign, Asseco Data Systems, Certinomis (una controllata di La Poste Group), D-Trust (una controllata di Bundesdruckerei).

Adobe Sign intanto guadagna già da oggi la nuova funzionalità che consente agli utenti di creare flussi di lavoro end-to-end ottimizzati, anche via mobile, per abilitare quella che ancora oggi è una chimera in tante realtà e cioè la possibilità di convertire il documento stampato in digitale e mantere poi in digitale il suo ciclo di vita, magari inviandolo anche firmato digitalmente tramite posta certificata. 

La differenza tra la firma elettronica e la firma digitale
La differenza tra la firma elettronica e la firma digitale

In ambito documentale, l’intelligenza artificiale di Adobe Sensei con  Adobe Document Cloud, server per trasformare i documenti cartacei in file digitali editabili, con i font corretti, la creazione di campi modulo e la rimozione delle firme.  In pratica da un documento cartaceo grazie ad Adobe Sensei è possibile ottenere un documento PDF pulito con testo nitido, elaborazione corretta delle immagini e un insieme di servizi che sfruttano machine learning, AI e deep learning, per offrire il risultato migliore.

Adobe Sign su mobile ne consentirà poi la lettura in modo molto più comodo grazie a 5 livelli di zoom e su smartphone e tablet è possibile aggiungere un widget per tracciare e monitorare documenti firmati in tempo reale senza aprire l’applicazione. Adobe Sign è già integrato in SharePoint e consente di completare tutti i processi di firma direttamente online.

Read also :
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore