Akamai pubblica il Rapporto sulla Sicurezza relativo al terzo trimestre

EnterpriseFisco e FinanzaSicurezza

Nuova ondata di attacchi DDoS: quadruplicate dimensioni e numero rispetto al 2013

Akamai Technologies ha diffuso il Rapporto sulla Sicurezza relativo al terzo trimestre 2014. Il rapporto, che fornisce analisi e dati sul panorama globale delle minacce informatiche, tra cui gli attacchi di tipo DDoS, può essere scaricato al seguente link www.stateoftheinternet.com/security-report .
Insieme alla pubblicazione Akamai annuncia il lancio del portale stateoftheinternet.com. All’interno del sito è possibile trovare informazioni e tendenze relative allo stato delle connessioni internet mondiali e alla sicurezza informatica, inclusi dati e metriche come la velocità di connessione, l’adozione della banda larga, l’utilizzo del mobile, i blackout di Internet, gli attacchi e le minacce informatiche.
Quest’anno, la dimensione e il numero degli attacchi DDoS sono saliti alle stelle”, afferma John Summers, Vice President Security Business Unit di Akamai Technologies. “Soltanto nel terzo trimestre, Akamai ha mitigato ben 17 attacchi di oltre 100Gbps, di cui il più imponente di 321 Gbps. E’ interessante notare che durante il terzo trimestre 2013 non abbiamo rilevato attacchi di questa entità e che ne abbiamo rilevati soltanto sei durante lo scorso trimestre. Questi super attacchi sfruttavano vettori d’attacco DDoS multipli per inviare enormi pacchetti di dati mirati a intasare la banda a una velocità estremamente elevata”.

akamaitab

Rispetto al trimestre precedente, è stato rilevato un aumento dell’80% nella media di attacchi mirati a consumare l’ampiezza di banda e un aumento di quattro volte rispetto allo stesso periodo del 2013. La media di picco dei pacchetti dati al secondo, rispetto al trimestre precedente, ha subito un aumento del 10% e di quattro volte rispetto al terzo trimestre 2013.

I criminali informatici hanno inoltre trovato modi per utilizzare sempre più dispositivi allo scopo di potenziare la portata delle botnet DDoS e produrre attacchi DDoS sempre più potenti. Questi hacker sfruttano oggi anche tutta una nuova serie di dispositivi quali smartphone e modem via cavo domestici e una varietà di apparecchi connessi a internet per applicazioni dell’Internet delle Cose.

akamaitab2

Questi attacchi, alti nel numero e nell’ampiezza di banda, sono stati possibili grazie all’utilizzo di metodologie di attacco multi-vettore che nel trimestre in esame hanno rappresentato la norma, con oltre la metà (53%) di tutti gli attacchi. Rispetto al trimestre precedente, questa tipologia di attacco è cresciuta dell’11% e del 9% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Questi aumenti sono dovuti principalmente a una maggiore disponibilità di strumenti facili da usare, ma anche alla crescita dell’industria criminale legata agli attacchi DDoS.

Read also :
Autore: Silicon
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore