SAP, passi avanti su blockchain e due nuovi consorzi industriali

ProgettiSicurezza

SAP si muove per offrire facile integrazione e flessibilità tecnologica alle aziende che intendono sfruttare blockchain nella rivoluzione di processo. Arriva il supporto per Quorum

Come si fa ad innovare con la blockchain? E soprattutto, come si fa ad integrarla nei processi aziendali? Per rispondere a queste due domande SAP ha annunciato nuovi servizi, ma soprattutto si accinge a lanciare due nuovi consorzi per accelerare i progetti di co-innovazione con clienti e partner in ambiti specifici.

l lavoro di estensione di supporto e soluzioni da parte di SAP in questo ambito arriva in un momento in cui aziende di diversi mercati cercano i vantaggi della tecnologia di registro distribuita nelle applicazioni aziendali. Una nuova indagine che ha coinvolto clienti e partner SAP evidenzia una maggiore adozione e un crescente interesse nelle funzioni aziendali incluso il corporate finance.

Infografica su Blockchain da SAP Survey
Infografica su Blockchain da SAP Survey

I nuovi servizi ora riguardano le possibilità di estensione delle reti per consentire ai clienti di integrare diverse infrastrutture blockchain, con l’obiettivo di poter fornire pari funzionalità indipendentemente dagli ambiti di interazione tra nodi SAP e nodi residenti on premise o su cloud diversi a livello di rete e applicazioni SAP abilitate per la catena a blocchi e processi di business con nodi e reti gestiti esternamente.

Arriva il supporto per Quorum, in primis disponibile per gli early adopter, con cui si permette l’uso di contratti intelligenti basati su Ethereum nelle reti blockchain autorizzate. Quorum è la versione Ethereum dedicata al mondo enterprise. In questo modo SAP si apre a soluzioni agnostiche e inoltre ha deciso di integrare il supporto esistente a Hyperledger Fabric e MultiChain per il servizio SAP Cloud Platform Blockchain.

SAP Blockchain Consortium

SAP ha formato due nuovi gruppi di consorzi industriali nell’ambito SAP Blockchain Consortium, per il settore farmaceutico e per l’industria agro-alimentare, quindi per i prodotti retail e di consumo.

L’obiettivo è riunire clienti, partner per identificare i casi di utilizzo di blockchain possibili, di interesse, quali siano le aree possibili di collaborazione intersettoriale e i relativi vantaggi di blockchain.

I gruppi si aggiungono a quello già esistente del settore delle tecnologie avanzate, che è più che raddoppiato in termini di dimensioni dalla sua fondazione all’inizio di quest’anno. Ad oggi l’azienda conta 35 partecipanti nei suoi tre gruppi di consorzi industriali, tra cui AmerisourceBergen, Arvato, CONA – Coke One Nord America, GlaxoSmithKline plc e Maple Leaf Foods Inc.

Read also :
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore