Nuance Project Pathfinder, come insegnare ai chatbot a conversare con gli umani

ProgettiSoftware

Con Project Pathfinder, Nuance propone una tecnologia innovativa in grado di generare specifiche mappe di conversazione a partire dai registri delle chat dei contact center già esistenti

Si chiama Project Pathfinder la tecnologia in grado di applicare l’apprendimento automatico per migliorare l’intelligenza conversazionale di assistenti virtuali (AV) e chatbot. In pratica, leggendo i registri delle chat e le trascrizioni delle conversazioni esistenti tra operatori e clienti all’interno dei contact center, Project Pathfinder genera dei modelli di dialogo estremamente efficaci per creare e supportare conversazioni bidirezionali tra assistenti virtuali e utenti.

Sappiamo come la creazione di un assistente virtuale specializzato in servizi finanziari, telecomunicazioni, sanità, assicurazioni e altri settori fino ad oggi abbia fosse frutto di un processo prettamente manuale, time-consuming e spesso lungo, nonché soggetto a errori umani.

Robert Weideman, EVP and GM di Nuance Communications Enterprise Division
Robert Weideman, EVP and GM di Nuance Communications Enterprise Division

Molte aziende invece lavorano per implementare assistenti vitrtuali che siano in grado di rispondere a domande e indirizzare richieste relative a aree specifiche della loro organizzazione, ma vorrebbero poterlo fare nel più breve tempo possibile e in modo efficace.

Project Pathfinder dimostra come machine learning e intelligenza artificiale possano automatizzare la creazione di modelli di dialogo apprendendo dai registri delle conversazioni umane.

Ciò riduce significativamente i tempi e i costi necessari per creare un assistente virtuale intelligente che risolva i problemi rapidamente e sia in grado di sostenere una conversazione contestuale a due direzioni.

Spiega Robert Weideman, EVP and GM di Nuance Communications Enterprise Division: “A differenza di altri strumenti di intelligenza artificiale conversazionale – che sono prevalentemente programmati da esseri umani – Project Pathfinder  automatizza la costruzione di interazioni uomo-macchina grazie ai nostri progressi nella comprensione del linguaggio naturale (NLU) e alla scoperta dell’intenzione. Attraverso questa innovativa tecnologia, Nuance sta creando un nuovo standard in termini di offerta per quel che riguarda gli assistenti virtuali”. 

Read also :
  • ai
  • nuance