Cisco Tetration va a consumo e si fa Saas

CloudDatacenterProgettiSaasSicurezza

Tetration, la piattaforma Cisco che permette di automatizzare la gestione del datacenter grazie a funzionalità di discovery e visibilità sulle applicazioni e i carichi di lavoro si propone anche nella modalità a consumo

Cisco Tetration è la piattaforma per semplifica notevolmente le operazioni zero-trust. Utilizzando informazioni sulle applicazioni basate sui comportamenti e machine learning, consente ai clienti di realizzare modelli di policy di segmentazione dinamici e di automatizzare l’applicazione della policy. La piattaforma permette inoltre di facilitare la gestione del datacenter grazie a funzionalità di discovery e visibilità sulle applicazioni e i carichi di lavoro.

L’approccio indipendente dall’infrastruttura supporta carichi di lavoro su cloud on-premise e pubblico. Fino ad oggi il consumo di questi benefici era possibile legato alla scelta delle appliance Tetration-M (8 RU) fino a 4000 carichi di lavoro, di una Tetration più grande (39 RU) fino a 12.000 carichi di lavoro oppure come appliance virtuale con Amazon AWS fino a 1.000 carichi di lavoro.

Oggi l’azienda annuncia due nuovi modelli di consumo per Cisco Tetration nei data center e in cloud. Il primo è Tetration Saas  (da maggio) – soluzione basata su cloud per le organizzazioni cloud-first e cloud-only, l’altro Tetration-V (già disponibile) una versione solo software che sfrutta appliance virtuali per le implementazioni più piccole. Importante caratteristica è la possibilità in entrambi i modelli di utilizzare tutte le caratteristiche e le funzionalità della versione di Tetration che Cisco rende disponibile on-premise.

Cisco Tetration Analytics al lavoro

Si può immaginare quindi uno scenario in cui l’automazione della mappatura della dipendenza dalle applicazioni e la generazione di policy della whitelist, per fornire informazioni sulle prestazioni della rete e offrire protezione dei workload in cloud non sono possibili solo per chi è disposto a un investimento “fisico”, ma per tutti perché con il nuovo modello tutte le organizzazioni possono adottare la tecnologia di Tetration in poche ore, senza alcun investimento iniziale, con la flessibilità di poter pagare man mano che crescono.

Le API di Tetration poi permettono alle organizzazioni IT di creare applicazioni personalizzate con l’accesso ai dati di Tetration, consentendo l’esportazione e l’applicazione di policy generate da Tetration in tutti i controller SDN e dispositivi di sicurezza.

Tetration
Cisco Tetration, workload protection hybrid cloud

Con Tetration Saas il modello completamente gestito comprende quindi: la funzione di protezione dei workload senza alcun hardware richiesto on-premise,  protezione per i workload nel cloud on-premises, pubblico e privato, la scalabilità fino a 25.000 workload e la data retention per mesi
oltre a una più veloce implementazione per ottenere benefici nel più breve tempo possibile
con funzionalità integrate di elevata disponibilità e disaster recovery. Il servizio è supportato da SLA di livello mondiale e servizi gestiti forniti dai partner di canale di Cisco.
Chi lavora con meno di mille workload può sfruttare Tetration Software Only su un’appliance virtuale.

Gli operatori possono implementare un modello zero-trust utilizzando le policy di whitelist policy e segmentazione, monitorare il comportamento dei processi dei server e identificare le vulnerabilità relative al software. Tetration identificherà eventi critici di sicurezza verificando anomalie nei comportamenti, e consentendo una quarantena proattiva dei server infetti.

Read also :
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore