Gartner: non c’è uguaglianza di genere nemmeno nella spesa IT

CioProgetti

Secondo la CIO Agenda 2015 di Gartner i CIO donna prevedono di aumentare i loro budget tre volte di più rispetto ai colleghi maschi e sono molto più orientate alla digitalizzazione

Secondo i dati raccolti dagli analisti Gartner per la CIO Agenda 2015, i CIO donna prevedono investimenti in IT diversi, per budget e parzialmente per priorità di investimento, da quelli considerati dai loro colleghi uomini. Il campione esaminato comprende 2.810 CIO di 84 nazioni di cui, va sottolineato, solo una quota minima (13,6 percento) sono donne. Poco più di una su otto.

La differenza più importante è che i CIO donna prevedono di aumentare i loro budget del 2,4 percento nel corso di quest’anno, mentre i CIO uomini solo dello 0,8 percento. Questa differenza, rilevata anche nella scorsa edizione dell’analisi, sembra legata al fatto che i CIO donna ritengono che gli attuali livelli di investimento in tecnologie e processi di risk management non siano sufficienti a bilanciare i maggiori rischi portati dalla digitalizzazione delle imprese (è un concetto che esprime il 76 percento dei CIO donna contro il 67 dei CIO uomini) e che una maggiore flessibilità dell’impresa nel gestire questi rischi sia indispensabile. È soprattutto in questo campo che si prevede un incremento dei budget. Più in generale non c’è differenza di genere nelle priorità tecnologiche identificate dai CIO: le prime cinque sono per tutti analytics, datacenter, cloud, ERP e tecnologie mobili.

La percentuale di imprese con un responsabile tecnico donna nelle aziende S&P500 e Silicon Valley Index 150 e Top 15 (fonte: Fenwick & West 2014)
La percentuale di imprese con un responsabile tecnico donna nelle aziende S&P500 e Silicon Valley Index 150 e Top 15 (fonte: Fenwick & West 2014)

C’è differenza invece nei dettagli. I CIO donna ritengono più dei loro colleghi uomini (32 percento contro 22) che le soluzioni di analisi predittiva stiano diventando di sempre maggiore importanza per le loro imprese. E anche che i nuovi tipi di informazioni come quelle provenenti dai social network e i contenuti multimediali stiano aumentando di criticità (19 percento contro 13). La digitalizzazione e il digital marketing appaiono come le priorità tecnologiche viste in maniera più diversa: quando i CIO riportano direttamente al CEO questi temi sono la terza priorità in ordine di importanza per i CIO donna e la sesta per gli uomini, mentre se i CIO riportano al CFO diventano la settima priorità per le donne e restano la sesta per gli uomini.

È un segno che i CIO donna sanno adattarsi meglio alla catena di reporting, un elemento provato anche dal fatto che i CIO donna prevedono aumenti del budget più o meno simili indipendentemente dal ruolo a cui riportano mentre i CIO uomini prevedono un aumento del budget solo quando riportano al CEO, negli altri casi i loro budget non variano in maniera significativa.

Read also :
Autore: Silicon
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore