Blockchain, tutti ne parlano ma le implementazioni sono poche

CioProgetti

Gartner studia le difficoltà di penetrazione della tecnologia blockchain. Tanto scetticismo tra i CIO, più sull’opportunità del momento che sulla validità della tecnologia

Bitcoin ha contribuito a portare a conoscenza del grande pubblico le tecnologie blockchain, non c’è dubbio. Si può quasi tranquillamente affermare che prima di Bitcoin nessuno ne parlasse e per non poco tempo l’idea è stata identificata con Bitcoin, in un certo senso indirizzando anche l’interesse degli istituti finanziari sulla tecnologia.

Una ricerca Gartner tuttavia rivela come, ancora oggi, siano poche le implementazioni e allo stesso tempo invita le diverse realtà a non sopravvalutare i benefici nel breve termine.

Solo l’1 percento dei CIO, secondo la survey, ha indicato l’adozione di blockchain all’interno delle proprie organizzazioni, e solo l’8 percento dei CIO sta pianificando di farlo a breve termine ha una sperimentazione attiva con blockchain.

Inoltre, il 77 percento dei CIO intervistati ha dichiarato addirittura che la propria organizzazione non ha alcun interesse per la tecnologia e/o nessuna azione pianificata per studiarla e svilupparla.

Un atteggiamento, quest’ultimo, se non sconsiderato, certo indicativo di come l’atteggiamento che va per la maggiore sia al momento quello di stare alla finestra e aspettare, perché blockchain è invece sicuro che sia tra le soluzioni più promettenti per la soluzione di diversi problemi e in diversi ambiti, probabilmente ce ne si renderà conto tra qualche anno, con il proliferare dei dati generati in ambito IoT. Con Blockchain a rappresentare la possibile se non l’unica struttura di riferimento per l’operatività effettiva e sicura della rete di oggetti intelligenti.

Blockchain – Piani di adozione

Gartner, in questo momento, si rivela invece decisamente prudente. David Furlonger, vice presidente, dichiara: “È fondamentale capire che cos’è blockchain e di cosa è capace oggi, rispetto a come trasformerà domani aziende, industrie e società. Affrettare il deployment di progetti blockchain potrebbe portare le organizzazioni a problemi importanti con sprechi di investimenti, frutto di decisioni avventate e persino al rifiuto di una tecnologia in grado di cambiare le regole del gioco”. Un commento ben diverso però dall’atteggiamento di alcuni CIO e CEO che semplicemente se ne disinteressano.

Tra i 293 CIO che invece se ne interessano e stanno pianificando progetti a breve termine o hanno già investito risorse. Il 23 percento evidenzia come blockchain richieda nuove competenze, con il 18 percento per cui queste sono tra le più difficili da trovare. Il 14 percento di essi segnala infine che blockchain richiede grandi cambiamenti culturali anche all’interno del dipartimento IT.

I CIO riconoscono come l’implementazione della blockchain cambierà il modello operativo e di business delle organizzazioni e hanno indicato come sfida essere pronti e in grado di soddisfare questo requisito.

Per quanto riguarda le diverse industries effettivamente l’ambito Telco, Assicurativo, e i Servizi Finanziari sono risultati nella survey i più coinvolti. Con i servizi finanziari e le compagnie assicurative in prima linea in questa attività, mentre i settori di trasporto pubblico, la PA e i servizi di pubblica utilità si avvicinano alla tecnologia per lefficienza di processo in ambito supply chain e le opportunità logistiche.

Perché quindi i tempi di adozione e di studio di nuovi progetti si stanno rivelando così lunghi? Prima di tutto perché oltre all’accettazione psicologica della disintermediazione, entrano gioco fattori importanti per il fatto che blockchain è una tecnologia sulla base della quale riprogettare i processi significa rivedere le conseguenze su non poche ramificazioni di controllo ed economiche.

Mentre molte industrie indicano un interesse iniziale per le iniziative blockchain, resta da vedere se accetteranno reti decentralizzate, distribuite, tokenizzate, e intanto leggono le difficoltà di un’introduzione di blockchain in flussi e sistemi legacy.

Read also :
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore