Press release

Milrem: aziende europee leader nel settore militare presentano alla Commissione europea il progetto per un sistema da terra senza equipaggio

0
A cura di Businesswire

Un consorzio guidato da Milrem Robotics, una società con sede in Estonia, e composto da diverse importanti società del settore militare, delle comunicazioni e della cybersicurezza, e da piccole e medie imprese europee altamente tecnologiche, ha presentato al Programma europeo di sviluppo del settore industriale della difesa (EDIDP) della Commissione europea la candidatura per un sistema da terra multi-missione senza equipaggio abbinabile a veicoli aerei e con equipaggio.

questo comunicato stampa include contenuti multimediali. Visualizzare l’intero comunicato qui: https://www.businesswire.com/news/home/20190924005655/it/

The system will consist of a robust and modular unmanned ground vehicle (UGV) equipped with an electronic warfare resistant command, control and communications solution and secure autonomous mobility software that enables the operator to simultaneously and safely control multiple land and air platforms. (Graphic: Business Wire)

The system will consist of a robust and modular unmanned ground vehicle (UGV) equipped with an electronic warfare resistant command, control and communications solution and secure autonomous mobility software that enables the operator to simultaneously and safely control multiple land and air platforms. (Graphic: Business Wire)

Il sistema sarà formato da un veicolo da terra senza equipaggio (UGV) robusto e modulare dotato di una soluzione elettronica bellica di comando, controllo e comunicazione e di un software sicuro per la mobilità autonoma che permette all’operatore di gestire più piattaforme terrestri e aeree, simultaneamente e in tutta sicurezza.

Gli UGV potranno essere abbinati a veicoli aerei e con equipaggio per offrire flessibilità, modularità e versatilità per molteplici missioni, al fine di aumentare protezione, sostenibilità e performance delle operazioni militari e di migliorare la consapevolezza situazionale delle forze terrestri.

Il progetto, nel corso della sua attuazione, permetterà di ottenere know-how operativo e di sviluppare idee per l’impegno congiunto di asset con o senza equipaggio, tenendo conto al contempo degli aspetti etici pertinenti alla robotica, all’intelligenza artificiale e ai sistemi autonomi. Saranno inoltre predisposti ambienti avanzati per la simulazione virtuale e della fase di realizzazione.

Il progetto, che trae origine nell’ambito della Cooperazione strutturata permanente (PESCO), è denominato iMUGS (integrated Modular Unmanned Ground System) e, nel mese di novembre 2018, è stato ufficialmente adottato da 25 Ministeri della difesa della UE e inserito nell’elenco aggiornato delle iniziative PESCO. Capeggiato dall’Estonia, con caratteristiche tecniche concordate con Finlandia, Lettonia, Germania, Belgio, Francia e Spagna, il progetto è coerente con molte delle 11 principali priorità dell’Agenzia europea per la difesa riportate nel Piano di sviluppo delle capacità (CDP) 2018.

“Diverse nazioni europee inizieranno a utilizzare i veicoli senza equipaggio per attività di logistica e ISR (Intelligence, Surveillance and Reconnaissance), riducendo il carico fisico e cognitivo e aumentando la sicurezza delle nostre truppe. È importante che questa nuova capacità sia ben integrata con le capacità e con la forza militare già in essere”, ha spiegato Kuldar Väärsi, CEO di Milrem Robotics. “Ed è altrettanto importante che questi nuovi sistemi senza equipaggio siano sicuri da usare e dotati di protezione IT. Questo è esattamente l’obiettivo di iMUGS”, ha proseguito il signor Väärsi

Un protocollo d’intesa per la cooperazione è stato sottoscritto da 14 parti: Milrem Robotics, GT Cyber Technologies, Safran Electronics & Defense, NEXTER Systems, Krauss-Maffei Wegmann, Diehl Defence, Bittium Wireless, Insta DefSec, (Un)Manned, dotOcean, Latvijas Mobilais Telefons, GMV Aerospace and Defence, l’Accademia militare estone e la Reale accademia militare del Belgio. Questa cooperazione transfrontaliera senza precedenti unirà ogni competenza e abilità in tutta la UE, per un significativo progresso in questo ambito.

Obiettivi del programma EDIDP sono contribuire all’autonomia strategica dell’Unione europea e rafforzare la cooperazione tra gli stati membri. Tra le priorità vi sono l’attuazione di sofisticate operazioni militari, con particolare attenzione all’intelligence e alle comunicazioni sicure e protette da cyberattacchi. Le azioni da intraprendere includono lo sviluppo di capacità e soluzioni militari da terra di prossima generazione nell’intelligenza artificiale, nella realtà virtuale e nelle cybertecnologie.

Il testo originale del presente annuncio, redatto nella lingua di partenza, è la versione ufficiale che fa fede. Le traduzioni sono offerte unicamente per comodità del lettore e devono rinviare al testo in lingua originale, che è l’unico giuridicamente valido.