Press release

La serie di velivoli Predator di GA-ASI supera sei milioni di ore di volo

0
A cura di Businesswire

General Atomics Aeronautical Systems, Inc. (GA-ASI) ha annunciato oggi che la sua serie di velivoli pilotati a distanza (remotely piloted aircraft, RPA) Predator®, che comprende le linee Predator, Predator B, Gray Eagle, Avenger® e MQ-9B SkyGuardian®, ha superato sei milioni di ore di volo. Questo traguardo è stato conseguito il 31 ottobre 2019, dopo che il velivolo di GA-ASI ha completato 430.495 missioni in totale, ove quasi il 90 percento di tali missioni era costituito da combattimenti in volo.

questo comunicato stampa include contenuti multimediali. Visualizzare l’intero comunicato qui: https://www.businesswire.com/news/home/20191105005499/it/

“Six million flight hours is a testament to the reliability of our unmanned aircraft systems that are designed, built, and sustained by a dedicated group of skilled and innovative professionals for operations around the world.” -- Linden Blue, CEO, GA-ASI. (Photo: Business Wire)

“Six million flight hours is a testament to the reliability of our unmanned aircraft systems that are designed, built, and sustained by a dedicated group of skilled and innovative professionals for operations around the world.” — Linden Blue, CEO, GA-ASI. (Photo: Business Wire)

“I sei milioni di ore di volo dimostrano l’affidabilità dei velivoli senza equipaggio per operazioni in tutto il mondo che sono progettati, costruiti e mantenuti da un gruppo di professionisti specializzati, innovativi e altamente competenti” ha affermato Linden Blue, Direttore generale di GA-ASI. “Nel corso dei suoi oltre 25 anni di attività, GA-ASI ha stabilito una serie di “primati” storici nello sviluppo di RPA e abbiamo attinto a tali conseguimenti per soddisfare al meglio i requisiti della nostra clientela.”

Non è possibile identificare il cliente e il velivolo specifici che hanno conseguito il suddetto traguardo, poiché in ogni secondo di ogni giorno ben 69 RPA di categoria MALE (medium-altitude, long-endurance) si trovano in volo in diverse regioni del mondo. Le ore di volo hanno continuato ad accumularsi a una velocità ineguagliata negli ultimi anni, con 500.000 ore di volo effettuate dal 1993 al 2008, un milione nel 2010, due milioni nel 2012, tre milioni nel 2014, quattro milioni nel 2016 e cinque milioni nel 2018.

“La domanda di consapevolezza situazionale costante ottenibile tramite i nostri RPA è dimostrata quotidianamente dall’accumulo delle ore di volo. Il nostro team di dipendenti, fornitori e partner soddisfa tale domanda lavorando duramente per fornire ai clienti velivoli che rispondono ai requisti delle loro missioni dinamiche” ha spiegato David R. Alexander, Presidente di GA-ASI. “Grazie alla dedizione dei nostri dipendenti, fornitori e partner, i nostri velivoli esibiscono il tasso di idoneità al compimento di missioni più elevato nella flotta aerea dell’Aeronautica militare degli Stati Uniti (United States Air Force, USAF).”

I velivoli di GA-ASI effettuano in media più di 60.000 ore di volo al mese a sostegno delle operazioni dell’Aeronautica militare, dell’Esercito, del Corpo dei Marines e del Dipartimento della Difesa nazionale degli Stati Uniti, della NASA, dell’Aeronautica militare italiana, dell’Aeronautica militare del Regno Unito, dell’Aeronautica militare francese, dell’Esercito degli Emirati Arabi Uniti e di altri clienti. Le missioni includono: protezione delle unità terrestri sul campo di battaglia e sostegno alle operazioni delle autorità doganali e di protezione delle frontiere (Customs & Border Protection) degli Stati Uniti e ai soccorritori in seguito a catastrofi naturali. Questi velivoli continuano ad esibire i tassi di idoneità al compimento di missioni più elevati nelle flotte aree dell’Aeronautica militare e dell’Esercito degli Stati Uniti.

GA-ASI ha prodotto più di 900 velivoli e più di 400 stazioni terrestri di controllo (ground control station, GCS). Oltre agli RPA e alle GCS, GA-ASI produce anche sistemi di elaborazione, sfruttamento e disseminazione (processing, exploitation and dissemination, PED), nonché carichi dotati di sensori che trasmettono immagini via radar e video, rilevano bersagli in movimento sul suolo e in acqua e forniscono intelligence sui segnali (signal intelligence, SIGINT) sui segnali d’interesse. GA-ASI integra inoltre i dati raccolti da questi vari sensori in tempo reale tramite collegamenti dati SATCOM nelle GCS che possono essere correlati e visualizzati quali intelligence strategica per l’uso da parte di centri operativi e d’intelligence in tutto il mondo.

La serie Predator include Predator A e Predator XP; Predator B/MQ-9A Reaper, Predator B a lungo raggio (extended range, ER), Guardian, Gray Eagle/ER; Predator C Avenger/ER; MQ-9B SkyGuardian e SeaGuardian®.

Immagini ad alta risoluzione del velivolo della serie Predator sono disponibili per organi di stampa qualificati tramite i contatti per i media di GA-ASI elencati.

Informazioni su GA-ASI

General Atomics Aeronautical Systems, Inc. (GA-ASI), consociata di General Atomics, è una prestigiosa società impegnata nella progettazione e nella produzione di velivoli a pilotaggio remoto (RPA), radar, componenti elettro-ottici e sistemi di missione correlati di qualità comprovata e affidabili, tra cui la serie di RPA Predator® e il radar multimodale Lynx®. Con sei milioni di ore di volo accumulate dalla serie Predator, GA-ASI fornisce velivoli per missioni a lunga autonomia con sensori e sistemi di collegamento dati integrati atti a garantire un’esperienza di volo ininterrotta che promuove consapevolezza situazionale e attacco rapido. Inoltre la società produce un’ampia gamma di stazioni terrestri di controllo e software per l’analisi di immagini/controllo dei sensori, offre addestramento dei piloti e servizi di assistenza e sviluppa antenne in metamateriali. Per maggiori informazioni visitare www.ga-asi.com.

Predator, SkyGuardian, SeaGuardian e Lynx sono marchi commerciali registrati di General Atomics Aeronautical Systems, Inc.

Il testo originale del presente annuncio, redatto nella lingua di partenza, è la versione ufficiale che fa fede. Le traduzioni sono offerte unicamente per comodità del lettore e devono rinviare al testo in lingua originale, che è l’unico giuridicamente valido.