Press release

La fusione con SKIOO trasforma SKITUDE nella piattaforma digitale di riferimento per sciatori e per tutto il settore dell’industria dello Sci

0
A cura di Businesswire

La fusione tra Skitude, la più grande rete di App per lo sci e la
tecnologia Skioo, che offre l’accesso a stazioni sciistiche con un
singolo Skipass senza dover fare la coda, avrà come obiettivo per la
prossima stagione invernale l’ottimizzazione dei canali di vendita per
le oltre 150 stazioni sciistiche con cui già opera in tutto il mondo. La
strategia consiste, tra le altre cose, nell’utilizzo di sistemi di
pagamento differito che renderanno più agile e flessibile l’esperienza
dell’utente sulla neve, agevolandone l’accesso alle piste e aiutando le
stazioni sciistiche a posizionare meglio i propri prodotti sulla
piattaforma di vendita online.

questo comunicato stampa include contenuti multimediali. Visualizzare l’intero comunicato qui:
https://www.businesswire.com/news/home/20190604005781/it/

Skitude Chariman Yngve Tvedt and Skitude CEO and Co-founder Marc Bigas (Photo: Skitude)

Skitude Chariman Yngve Tvedt and Skitude CEO and Co-founder Marc Bigas (Photo: Skitude)

“Stiamo lavorando per far sì che gli sciatori possano, ad esempio,
acquistare uno skipass anticipatamente e caricare il biglietto sulla
propria scheda RFID, o convalidarne uno precedentemente acquistato
mediante un semplice pagamento con carta di credito”, spiega Marc Bigas,
amministratore delegato di Skitude. “Questi principi di convenienza e
post-pagamento sono già molto diffusi e utilizzati da servizi già noti
in altri settori, come ad esempio Uber”, sottolinea.

In questo senso, la nuova piattaforma digitale che si andrà a creare
introdurrà una nuova dimensione nel settore dello Sci, che diventerà un
“viaggio digitale più comodo e divertente”, spiega Yngve Tvedt,
Presidente di Skitude. Tvedt assicura inoltre che in questo modo Skitude
sta partecipando attivamente alla “digitalizzazione del settore” e
concorda con Marc Bigas nell’affermare che questa esperienza offrirà
“una maggiore convenienza e flessibilità allo sciatore”, nonché
“soluzioni potenti per i canali di vendita mobile e i servizi di
marketing”, che aiuteranno le stazioni sciistiche ad essere maggiormente
in linea con i bisogni dei loro potenziali clienti.

Nuove sfide

Un altro degli obiettivi della fusione tra le due aziende è cercare il
modo di combattere l’immobilità degli utenti, una delle grandi sfide del
settore sciistico. “Ci imbarchiamo in un viaggio volto ad affrontare e
vincere le sfide del settore mediante la tecnologia”, afferma
l’amministratore delegato dell’azienda, e aggiunge che l’esperienza
accumulata nel corso degli anni da Skitude e da Skioo offrirà
“informazioni preziose per le stazioni sciistiche” contribuendo allo
sviluppo di nuovi modelli di vendita.

È opportuno ricordare che all’interno dell’azineda si è sempre puntato
sull’interazione con gli utenti “prima, durante e dopo la loro visita”,
e questo, come afferma Bigas, “rappresenta un punto di forza per la la
competitività del settore e gli consente di progredire”.

Una comunità di oltre 1,3 milioni di sciatori

Attualmente, la comunità di Skitude è costituita da oltre 1,3 milioni di
sciatori che utilizzano, stagione dopo stagione, alcune delle
applicazioni gratuite compatibili con la piattaforma Skitude – la
maggior parte delle quali sono App ufficiali delle stazioni sciistiche.

Si tratta di una comunità molto attiva: grazie al Tracker GPS con cui
possono registrare le proprie discese, gli utenti hanno già registrato
la loro attività in oltre 1.200 stazioni situate in 45 paesi di tutto il
mondo e hanno potuto partecipare a oltre 250 sfide, che gli hanno
permesso di vincere giornate sciistiche, materiale come sci, scarponi o
videocamere d’azione e sconti esclusivi.

L’operazione consentirà a Skitude di portare avanti la propria ricerca
con lo scopo di sviluppare soluzioni dinamiche e di migliorare
l’esperienza dello Sciatore nelle stazioni.

La società è costituita dai fondatori Marc Bigas e David Huerva, che
assieme ad alcuni fondi di investimento spagnoli rappresentano le quote
di Skitude, e da altri tre fondi di investimento norvegesi che detengono
le quote di Skioo: Investinor, Canica e Norselab. Tra gli investitori di
Norselab, figura anche il campione olimpico di sci alpino Aksel Lund
Svindal.