Press release

Il Report di Arthur D. Little analizza l’impatto dell’“Ultra-targeted” Healthcare

0
A cura di Businesswire

In considerazione dei cambiamenti epocali nell’ambito dell’healthcare e
delle misure di stimolo allo sviluppo dei farmaci, le nuove analisi da
parte di Arthur D. Little (ADL) mettono in risalto il fatto che tutti i
settori dell’industria dovranno evolvere il proprio business ed i propri
modelli operativi nel prossimo decennio.

A partire dai trattamenti genomici e dall’intelligenza artificiale nella
diagnostica fino ad arrivare ai balzi in avanti della medicina curativa,
l’ecosistema dell’healthcare sta affrontando cambiamenti epocali. Nel
nuovo report “Future Health: How the industry will move from ‘one size
fits all’ to ultra-targeted care” ADL propone una valutazione che
rivolge uno sguardo al futuro.

I più importanti operatori del settore di tutto il mondo sono spinti ad
adattarsi ad alcuni fondamentali cambiamenti:

  • I trattamenti mirati stanno modificando il modo in cui sono introdotti
    i farmaci sul mercato, ponendo maggiore enfasi sulla struttura
    biologica dei pazienti. Secondo la ricerca di ADL, già il 22% dei
    farmaci attualmente in fase di sviluppo prevede un biomarcatore quale
    criterio di inserimento.
  • ADL prevede che il mercato dei test genetici sulla popolazione
    raggiungerà i 50B di dollari entro il 2026, portando ad un’enormità di
    dati genomici, disponibili per la guida alla prevenzione, per la
    diagnosi e per il trattamento.
  • Alcune malattie croniche diverranno più curabili o maggiormente
    trattabili, ed i pazienti che avranno maggiore accesso ai propri dati
    avranno maggiori opportunità di prevenire o di prendersi cura delle
    proprie condizioni.
  • Le cure a lungo termine continueranno ad essere trattate sempre più al
    di fuori dagli ospedali, i quali a loro volta sposteranno il proprio
    baricentro da ambulatori e luoghi per la cura di malattie croniche a
    lungo termine, verso un approccio più orientato sull’aspetto medico
    per le terapie curative e che potrà portare a considerare la
    possibilità di dispositivi fabbricati in loco e di farmaci di propria
    produzione.

Craig Wylie, Managing Partner di ADL negli Stati Uniti, fa notare
che: ”gli incredibili progressi nella genomica e nella diagnostica ci
stanno conducendo verso un futuro che riguarderà l’intero mondo
dell’industria dell’healthcare. Le aziende si trovano attualmente alle
prime fasi di un’evoluzione del loro approccio su studi clinici, modelli
commerciali e fornitura di assistenza.”

“Il ritmo del cambiamento ed i costi ad esso associati saranno
impressionanti”, continua Wylie “Le organizzazioni di maggior successo
in tutti i segmenti dell’healthcare saranno quelle che riusciranno ad
adattare il proprio business model, a rivalutare le proprie azioni ed a
porre maggiore enfasi su collaborazione e partnership.”

Per scaricare il Report cliccare sul seguente link: www.adl.com/FutureHealth