Press release

I sistemi robotici militari creeranno distruzione nei campi di battaglia secondo i risultati di uno studio di Milrem Robotics

0
A cura di Businesswire

Una assemblea internazionale di ricercatori ha concluso, con una ricerca
in 3 fasi, che le famiglie di Unmanned Ground Vehicle (UGV) sono
sicuramente una svolta rivoluzionaria che migliora enormemente le
capacità delle forze armate.

questo comunicato stampa include contenuti multimediali. Visualizzare l’intero comunicato qui:
https://www.businesswire.com/news/home/20190415005752/it/

During EW Live Milrem Robotics deployed their THeMIS UGV equipped with ST Engineering’s ADDER DM rem ...

During EW Live Milrem Robotics deployed their THeMIS UGV equipped with ST Engineering’s ADDER DM remote weapon station to engage targets that were identified by a UAV.(Photo: Business Wire)

“La gamma di possibilità offerte dai robot militari è immensa e sarà,
molto probabilmente, uno dei maggiori cambiamenti nell’arte della guerra
del futuro”, scrive Gérard de Boisboissel, ricercatore e ingegnere
presso il Research Centre Schools (CREC) di Saint-Cyrone, nel terzo
libro Digital Infantry Battlefield Solution (soluzioni sul campo di
battaglia con la fanteria digitale).

Il libro, che fa parte di uno studio in tre fasi, è stato scritto da
ricercatori ed esperti militari e accademici e si rivolge allo
schieramento degli UGV a supporto delle operazioni di terra.

Lo studio è stato iniziato da Milrem Robotics che insieme ai suoi
partner ha dimostrato le capacità e la cooperazione fra i sistemi
“unmanned” durante l’evento EW Live 2019 tenutosi a Tartu, Estonia.

Durante l’evento Milrem Robotics ha mostrato il suo sistema THeMIS UGV
equipaggiato con ADDER DM, la stazione armata remota di ST Engineering
per occuparsi degli obiettivi identificati dal multirotore Titan KX-4 LE
sviluppato da Threod Systems.

“L’uso integrato di sistemi di terra e aerei ‘unmanned’ per identificare
e rivolgersi agli obiettivi riduce il rischio per i soldati che possono
rimanere a una distanza di sicurezza”, ha spiegato Kuldar Väärsi, CEO di
Milrem Robotics. “Inoltre, ciò aumenta in maniera significativa
l’efficienza e la potenza di fuoco delle piccole unità”.

James Rogers, Direttore del Global Britain Programme presso la Henry
Jackson Society, e Robert Clark, istruttore dell’esercito britannico,
illustrano con un altro esempio che, quando i soldati devono affrontare
il nemico, le UGV diventano strumenti cruciali per l’evacuazione dei
feriti.

“Nel caso di un incidente con due vittime che devono essere recuperate,
verrebbero normalmente utilizzati dieci soldati. Per ridurre le
conseguenze di ciò, si potrebbe preparare in remoto una piattaforma di
trasporto THeMIS per tappe intermedie prestabilite, che posso
trasportare almeno due vittime a una velocità di estrazione molto
maggiore che non a piedi. Ciò non solo risulta potenzialmente nel fatto
che le vittime vengono estratte molto più velocemente per ricevere
trattamenti, ma mette a disposizione anche risorse umane vitali durante
la battaglia”.

Il terzo libro DIBS fornisce un’analisi delle iniziative EU volte a
digitalizzare il campo di battaglia attraverso la ricerca a
l’innovazione, e offre una valutazione approfondita in materia di
ricerca sulla difesa e gli ecosistemi innovativi nella regione baltica.
La seconda parte del libro prende in considerazione lo sviluppo dei
sistemi UGV in Canada, Francia, Germania, Emirati Arabi Uniti e nel
Regno Unito.

Il primo volume di questo progetto, pubblicato nel dicembre 2016,
forniva un’analisi retrospettiva e prospettiva dello sviluppo dei
sistemi UGV, rivolgendosi anche ai problemi legali, tattici, tecnici e
alle sfide attuali. Il secondo volume, pubblicato nell’agosto 2017, ha
fornito un’analisi degli aspetti etici e legali dell’uso dei sistemi
UGV, con una visione più ravvicinata a Repubblica Popolare Cinese,
Israele, Polonia, Russia, Ucraina e agli Stati Uniti.

DIBS è il risultato della collaborazione fra i seguenti istituti: Baltic
Defence College, DRDC-CORA, General Tadeusz Kościuszko Military Academy
of Land Forces (Polonia), Latvian Institute of International Affairs,
Latvian National Defence Academy, Military University of Technology
(Polonia), Rīga Stradiņš University e War Studies University (Polonia).

Tutte le pubblicazioni possono essere scaricate qui.

Il testo originale del presente annuncio, redatto nella lingua di
partenza, è la versione ufficiale che fa fede. Le traduzioni sono
offerte unicamente per comodità del lettore e devono rinviare al testo
in lingua originale, che è l’unico giuridicamente valido.