XenDesktop anche per i MacBook con Citrix DesktopPlayer

Network

Citrix DesktopPlayer per Mac estende la possibilità di utilizzare il sistema di virtualizzazione XenDesktop anche agli utenti che utilizzano i MacBook. Citrix DesktopPlayer è infatti una soluzione studiata ad hoc per agevolare in azienda il passaggio a desktop virtualizzati anche agli utilizzatori di MacBook, in modo che amministratori e utenti si possano avvalere anche con i Mac

Citrix DesktopPlayer per Mac estende la possibilità di utilizzare il sistema di virtualizzazione XenDesktop anche agli utenti che utilizzano i MacBook. Citrix DesktopPlayer è infatti una soluzione studiata ad hoc per agevolare in azienda il passaggio a desktop virtualizzati anche agli utilizzatori di MacBook, in modo che amministratori e utenti si possano avvalere anche con i Mac dei benefici di XenDesktop già disponibile per Windows. Citrix sottolinea, tra i punti di forza, la possibilità di lavorare bene in qualsiasi scenario di rete, anche quando la connettività è di bassa qualità, questo perché DesktopPlayer permette di passare da desktop virtuali a desktop locali ma in hosting in continua sincronizzazione di profili e dati.

E’ sempre il dipartimento IT a mantenere il controllo sui desktop che rimangono risorse virtuali. Questo annuncio ben si innesta nel trend del momento di estensione del fenomeno BYOD non solo riguardo smartphone e tablet, ma anche in modo ancora più completo e quindi con la scelta addirittura del laptop personale anche per lavorare in azienda. Quella offerta da Citrix, in ambito MacBook, è una soluzione che concilia l’indipendenza nella scelta dell’hardware richiesta dagli utenti, con la necessità di mantenere standard elevati di sicurezza e pieno controllo dei dati aziendali da parte degli amministratori aziendali.

Citrix DesktopPlayer
Citrix DesktopPlayer, lo schema di funzionamento di DesktopPlayer

Dati Forrester Research recenti documentano come il fenomeno del BYO sia già in crescita esponenziale, e riguarderà dagli oltre 5 milioni di laptop quest’anno ai 7 milioni di macchine nel 2016. I computer di Apple che entreranno in azienda portati dagli utenti crescerà da una percentuale attuale del 5 percento a oltre il 15 percento nello stesso intervallo di tempo.

La nuova soluzione Desktop Player a un primo livello permette  ai dipendenti di utilizzare i dispositivi MacBook personali per accedere e interagire con applicazioni e dati Windows installati localmente, mantenendo i dati personali e aziendali separati e protetti sullo stesso dispositivo. Inoltre con la tecnologia Personal vDisk (PvD) è possibile lasciare installare ai dipendenti applicazioni Windows, oltre a driver di stampanti e dispositivi personalizzati o dipartimentali, ma mantenendo sempre il controllo dell’immagine predefinita di base.

Gli amministratori possono distribuire il medesimo desktop virtuale Windows a laptop Mac e PC e gestirlo centralmente utilizzando la stessa libreria di immagini desktop virtuali e la medesima infrastruttura di gestione. Synchronizer è il componente che gestisce gli aggiornamenti delle immagini già a livello di hypervisor. DesktopPlayer e XenDesktop lavorano in sinergia: gli utenti passano in autonomia tra desktop virtuali ospitati nel cloud e locali quando utilizzano i propri MacBook. E’ a livello di gestione del profilo utente che si determina la sincronizzazione tra i desktop virtuali e quelli in hosting o offline. Con Citrix ShareFile, gli utenti possono sincronizzare dati tra tutti i propri dispositivi. Gli amministratori mantengono il pieno controllo sui desktop virtuali in modo da poterli cancellare in tempo reale da remoto in caso di smarrimento del computer.

DesktopPlayer è già stato rilasciato ed è già disponibile come semplice add-on di XenDesktop FlexCast, ed è disponibile in prova gratuita per 90 giorni. Con Synchronizer si possono gestire fino a dieci laptop Mac.

Il mercato di queste soluzioni è in diretta competizione con le soluzioni proposte da Vmware per la virtualizzazione del desktop, utilizzabili sia su client Windows, sia su client Mac. Per approfondire l’argomento è possibile anche in questo caso confrontare le soluzioni scaricando le versioni di prova.

[nggallery template=nme images=40 id=157]

 

 

 

 

Read also :
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore