WiFi : l’adozione del wireless accelera con l’IoT

MobilityNetworkReti

Diversi protocolli per il WiFi. Un rapporto ABI Research prevede l’esplosione dei chipset WiFi

In questo momento il WiFi più conosciuto è il protocollo 802.11n che opera sulle bande di frequenza di 2,4 GHz e 5 GHz. Si tratta di un protocollo che vive insiem agli altri per colelgare sempre più gli oggetti della nostra vita quotidiana. Ma i dati di diffusione sono impressionanti: secondo un rapporto sul WiFi (WiFi Market Research) pubblicato da ABI Research si tratta di dare impiego a 2,6 miliardi di chipset WiFi che saranno consegnati quest’anno per attivare a quasi 19 miliardi tra il 2015 e il 2019. Il WiFi N è già all’interno dei PC e dei terminali mobili disponibili sul mercato, ma ha già dietro di sé un successore che arriva con la normativa 802.11ac e con i primi nuovi modelli di access point e di terminali.

I chip dual band ( 2,4 e 5 GHz) che supportano i protocolli WiFi N e AC erano già partiti nello scorso anno con non meno di 100 milioni di chipset consegnati solamente per equipaggiare gli smartphone.

Nelle previsioni di ABI Research , da oggi al 2019 , il dual band 802,11n/802.11ac sarà predominante tra tutti i protocolli WiFi. Ma funzionando esclusivamente su una portante da 5 GHz, il WiFi AC offre una banda passante superiore con una velocità teorica massima di 900 Mbps nella configurazione di antenna MIMO 2x 2 e di 1,3 Gbps in una configurazione a tre antenne ( MIMO 3×3). E inoltre il consumo è di sei volte inferiore.

220px-WiGig_Alliance_Logo

Gli apparecchi che permettono di utilizzare sia l’intorno dei 2.4 GHz sia l’intorno dei 5 GHz vengono chiamati dual band e sono conformi alle specifiche 802.11b, 802.11g, 802.11a, 802.11n. I primi due lavorano esclusivamente sull’intorno dei 2.4 GHz, la specifica 802.11a solo sull’intorno dei 5 GHz mentre 802.11n ha la possibilità di lavorare sia nell’intorno dei 2.4 GHz sia nell’intorno dei 5 GHz. Ma nei prossimi cinque anni ci sarà una forte crescita della domanda di mercato per tre bande: 802.11n/802.11ac/802.11ad. Conosciuto anche come WiGig ( Wireless Gigabit) , il protocollo 802.11ad offre velocità molto elevate ( 6 Gbps), ma con una portata minore e dunque deve fare affidamento e da complemento sui WiFi N e AC. Ma esiste anche la connessione diretta tra due apparecchi del WiFi con WiFi Direct in alternativa a un collegamento WiFi ad hoc. Le consegne di prodotti che supportano questo tipo di conentività supereranno i 3 miliardi nel 2019. I protocolli WiFi coprono una vasta gamma di applicazioni con livelli diversi di prestazioni. E il comitato di standardizzazione IEEE ((Institute of Electrical and Electronics Engineers) 802 sta occupandosi anche dei campi applicativi relativi all’IoT ( Internet degli Oggetti) con il protocollo 802.11ah sulla portante da 900 MHz.

Read also :
Autore: Silicon
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore