Nec MultiSync PA272W, perfetta governance del colore

Network

E’ disponibile Nec MultiSync PA272W, un monitor professionale per il perfetto controllo colore nelle applicazioni grafiche

Nel campo delle applicazioni professionali, grafiche, ma anche in alcuni ambiti del medicale, come nel comparto creativo delle arti grafiche, ancora oggi non ha alcun senso risparmiare sul display al desktop. Mentre infatti nel mondo pc la portabilità permette di ridurre gli ingombri con tablet e laptop, le sessioni di lavoro prolungato richiedono in alcune industries una base di lavoro affidabile: quindi tastiera, mouse, e display che siano certamente confortevoli ma, soprattutto nell’ultimo caso, riposanti e affidabili. Fedeltà, corrispondenza colore, calibratura – in alcune industries – sono la ragione stessa dell’investimento per un monitor di qualitù.

Risparmiare sul display, in questi casi può rivelarsi addirittura fatale. Nec propone per questo utilizzo in doppia variante colore (bianco e nero) MultiSync PA272W, (la variante nera porta in più nella sigla finale la sigla BK). Si tratta di un monitor che fa da punto di riferimento proprio per chi ha bisogno della corrispondenza colore maggiore possibile.

NEC MultiSync PA272W-BK
NEC MultiSync PA272W-BK

Il pannello 16:9 LCD AH-IPS (matrice attiva a 10 bit) di questo display con tecnologia a LED di tipo GB-R (non quindi a Led bianchi), e diagonale da 27 pollici,  assicura il 99,3 percento di copertura dello spazio colore Adobe RGB, e il 94,8 percento di copertura NTSC; allo stesso tempo con un risparmio energetico valutabile di circa il 35 percento in meno, rispetto a un pannello con tecnologia CCFL.

Nec MultiSync PA272W, descrizione

La diagonale proposta da Nec per questo MultiSync consente da un lato di gestire qualsiasi tipo di progetto, ma con un ingombro ancora ragionevole sulla scrivania (640,4 x 396,2-546,2 x 235,5mm), e a un prezzo intorno ai 1300 euro, cifra che rappresenta il giusto investimento per una periferica destinata a durare nel tempo, con immutate performance, e ben assistita. La versione calibrata è più costosa di circa 300 euro (viene indicata con la sigla SV subito dopo il codice colore). Il montaggio e l’installazione sono del tutto intuitivi.

Bisogna solo fare un po’ di attenzione alla distribuzione dei pesi, con l’abbinata display e stand che insieme portano a 13 Kg il peso complessivo. Non è poco, ma ingombri e pesi sono diretta conseguenza dello spessore tecnologico, come di quello di fatto del solo pannello che ha una profondità totale di ben 9 cm. Una volta posizionato sulla scrivania, il monitor risulta ben stabile, con la giusta elasticità nell’oscillazione laterale, funzionale a poter assorbire eventuali urti, senza possibilità di sbilanciare gli equilibri rispetto alla base di appoggio.

MultiSync PA272W è una ‘new entry’ nel portafoglio prodotti Nec, presentato da poco più di un mese ha una carta di identità di tutto rispetto. La risoluzione massima supportata è di 2.560×1.440 pixel a 109 ppi (0,23 mm di pixel pitch), con una luminosità standard 340 cd/m2, e ratio di contrasto 1000:1. Il tempo di risposta non è dato di targa referenziale per questo genere di utilizzo, anzi, e i 6ms dichiarati da Nec confortano la scelta, in questo segmento. Lavora bene in ambienti chiusi fino a una temperatura massima di 35 gradi, anche con un elevato grado di umidità (fino a 85 percento). La pagina del produttore riporta le specifiche complete.

A noi importa porre il giusto accento su alcune qualità. La prima è legata alla disponibilità di interfacce. Dal bordo inferiore si possono collegare computer e altri terminali tramite DisplayPort, Mini DisplayPort, HDMI, DVI-D Dual Link (scompare la presa VGA), inoltre il pannello comprende un hub USB con due prese di tipo B e tre prese di tipo A, con Display Sync Pro che permette quindi di tenere collegato al display tastiera e mouse utilizzabili però con due computer.

Nec MultiSync pa272w-bk_interfacce
Nec MultiSync PA272W le interfacce di collegamento

Per gli utenti Mac segnaliamo subito che è disponibile, ma tra gli accessori, il cavo per il collegamento via Thunderbolt con la Mini DisplayPort o la DisplayPort. Per quanto riguarda il software è di serie compreso nella confezione SpectraView II Color Calibration Solution. Sono opzionali invece NEC Custom Colorimeter, la soluzione completa di SpectraViewII e la sound bar via Usb. Infatti in questo display non sono integrate casse acustiche di alcun tipo. In ambienti di lavoro complessi viene in aiuto anche il sistema di gestione di display e proiettori NaViSet Administrator 2.

Il display supporta la modalità PiP e anche la modalità PbP (Picture By Picture), così come la possibilità di impostare fino a 5 profili colore, tramite l’apposito software omonimo MultiProfiler.

Il menu di gestione di questo display, nel consueto stile Nec, mantiene le caratteristiche proverbiali di sobrietà, tramite due tasti balancing per navigare tra i menu, un tasto input e uno di attivazione menu. In più è pronto all’uso il tasto Pip e ovviamente quello di accensione con due led di segnalazione di stato.

Dal punto di vista delle prestazioni non abbiamo rilievi di sorta da fare. I benchmark e il riscontro Gamut hanno confermato la qualità di questo display, che per le specifiche costruttive è proposto a un prezzo equilibrato.

[nggallery template=nme images=40 id=150]

 

 

 

 

 

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore