MWC 2017 – Qualcomm, 2a generazione di modem LTE Gigabit e 5G New Radio

BroadbandNetwork

I primi annunci Qualcomm per il MWC 2017 in ambito 5G NR, e ancora Snapdragon X20 modem LTE Gigabit di seconda generazione, e i processori Snapdragon 210 che supportano Android Things OS

Arrivano i primi annunci di Qualcomm relativi alle novità che verranno presentate a MWC 2017. Ci si muove, come è strategia precisa dell’azienda, nell’ambito dell’evoluzione continua di LTE e delle prime connessioni 5G New Radio, in rigoroso rispetto delle specifiche 3GPP.

Per Qualcomm sono inutili balzi in avanti di sperimentazione e realizzazioni se non rigorososamente rispettosi delle specifiche. Ecco quindi in ambito 5G, la prima connessione 5G New Radio (NR) che è candidato a diventare lo standard globale. lavora con banda sub-6GHz che opera alla frequenza tra 3.3 GHz e 5.0 GHz.

Qualcomm ne evidenzia i vantaggi per raggiungere data rate multigigabit per secondo, ma soprattutto con una latenza decisamente inferiore alla rete 4G LTE. Proprio la capacità di sfruttare lo spettro di bande sotto i 6 GHz è fattore critico per abilitare e raggiungere buona copertura ovunque con la possibilità di indirizzare tutti i più importanti utilizzi della connettività 5G. Il progetto di sperimentazione è partito a giugno 2016, oggi prevede i TDD subframes, LDPC channel coding avanzate.

X20 lockup - Regular
Qualcomm Snapdragon X20

Un passo indietro, nell’ambito dei modem LTE Gigabit di seconda generazione Qualcomm annuncia Snapdragon X20, che invece nel conteggio generazionale dei modem LTE multimode rientra nelle soluzioni di settima generazione, costruito su processo FinFET a 10nm. Si parla in questo caso di connettività in download fino a 1.2 Gbps (quasi l’equivalente di una connessione in fibra), in Cat 18, e circa il 20 percento più veloce rispetto al modem corrispettivo della generazione precedente, è un modem 4×4 MIMO che sfrutta le caratteristiche di Carrier Aggregation; supporta la connettività dual sim Dual VoLTE, primo modem Snapdragon LTE a presentarsi con questa caratteristica che abilita i benefici di Ultra HD Voice e i servizi IMS su entrambe le SIM inserite nel device. Questo modem inoltre è in grado di utilizzare porzioni di banda su spettro non licenziato secondo lo standard LAA (Licensed Assisted Access). I benefici per gli utenti finali sono evidenti nella fruizione di video immersivi a 360 gradi.  

Snapdragon 210 per il supporto di Android Things OS
Snapdragon 210 per il supporto di Android Things OS

Tra gli annunci in arrivo ancora prima dell’inizio della manifestazione arriva anche quello relativo al supporto per Android Things OS dei processori Snapdragon 210 con modem Snapdragon X5 LTE. Android Things OS, lo ricordiamo è il sistema operativo verticale di Google pensato per IoT. L’offerta di Qualcomm sarà in grado di supportare una nuova serie di applicazioni IoT in ambito signage, monitoraggio video da remoto, tracking, smart assistants. Snapdragon 210 supporta Google Cast for Audio e abilita gli sviluppatori a sfruttare il potenziale di Google Cloud Platform.  

WHITE PAPER: Sei interessato ad approfondire l’argomento?  Scarica il whitepaper  “Dai una svolta alla tua carriera nel campo delle reti

Read also :
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore