Mobilità: Intel punta sui 14 nm per attaccare ARM

ComponentiNetworkWorkspace

Intel: ecco i processori Braswell a bassa dissipazione che arriveranno dopo Atom Bray Trail

Per Intel la sfida è la solita : quella con Arm per il dominio di smartphone e tablet. Al centro dell’attenzione al recente IDF cinese sono stati i futuri processori di Intel a ridottissimo consumo. La nuova arma è Braswell che succederà ad Atom Bay Trail. Lo strumento? una dissipazione termica TDP di 10 Watt con performance migliori . E Intel dichiara che ce la farà.

Dunque il chip Braswell farà da successore a Atom Bay Trail ( -M e –D) . Si tratta di una nuova gamma di processori destinata soprattutto al mercato dei Chromebook che si prospettano essere la nuova minaccia ai PC tradizionali dopo i tablet. Queste macchine da meno di 400 dollari che sono basate su Chrome OS stanno conquistando parti sostanziali di mercato attraverso l’utilizzo di un SoC in architettura Arm ( vedi il Chromebook 2 di Samsung). Ma il nuovi Braswell punteranno in alto verso i PC low cost , i terminali ibridi due in uno oltre che agli all-in–one da desktop. I nuovi chip adottano una litografia 14 nm sinonimo di bassi consumi energetici e prestazioni in grado di permettere ai vendor di realizzare macchine senza ventilatore a bordo.

La filiera Braswell verrà ad affiancarsi in maniera complementare alla futura gamma dei processori Broadwell. Quest’ultima proporrà in maniera analoga modelli a basso TDP : Broadwell-U ( con TDP di 15 e 28 W) e anche Broadwell-Y ( TDP di 3,5 e 4,5 W) destinati ai tablet. Ma il debutto di un Braswell è previsto per il 2015.
Intanto Intel colmerà il vuoto con un’azione di refresh dei Bay Trail che porta il nome di Cherry Trail e proporranno processori grafici più evoluti e maggiori prestazioni di elaborazione. Ancora una volta saranno i tablet a trarne beneficio grazie ancora una volta a una litografia a 14 nm contro gli attuali 22 nm dei By Trail.

intelbraswell

Riepilogando gli altri annunci di cui abbiamo già riferito , a IDF si è parlato anche di un kernel per Android 4.4 Kitkat adattato a un’architettura a 64 bit, settore in cui la società presenta gli Atom Z3480 Merrifield e Moorefield per gli smartphone. Il chip Atom SoFia con modem 3G e HSPA+ punterà invece sugli smartphone di fascia bassa partire dalla fine dell’anno in corso.

Read also :
Autore: Silicon
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore