O’Shea (Intel): IoT, è il momento di passare dalla teoria alla pratica

M2MNetworkProgetti

Videointervista – Rod O’Shea, Director Emea IoT Group d Intel, entra nel merito di come fare diventare concreti i progetti IoT. Gli Ignition Labs europei offrono tool e know how. L’ecosistema dei partner rimane fondamentale

Ormai è assodato  lo spostamento di Intel verso le applicazioni cloud, la  realtà aumentata e il mondo dell’IoT che allarga il tradizionale bacino di computing e server (che ha fatto la fortuna  di Intel ma che nello stesso tempo è ormai un mondo consolidato) e trova riscontro negli ultimi annunci che la società americana ha fatto nell’ambito dell’IoT Solutions Word Congress di Barcellona.

La sfida è quella di puntare su processori in grado di gestire enormi quantità di dati, in un mondo dove l’analisi del dato cerca sempre più di rispondere a tematiche di predittività.
Il tema della vicinanza del dato lo abbiamo più volte ribadito come centrale per Intel ma oramai, come anche  Jonathan Ballon, VicePresident IoT di Intel, ha sottolineato a Barcellona, è ora il momento che IoT da “hype” diventi “realtà” cercando di estrapolare dai dati un valore reale per fare progetti sia nel settore pubblico sia privato.

Anche se oggi per Intel l’IoT vale solo il 5% del fatturato, il suo peso è raddoppiato negli ultimi cinque anni, a fronte anche delle numerose acquisizioni fatte per costruirsi credibilità in questo contesto. “L’impegno preso è  quello di supportare la prossima generazione di innovazione aiutando le entità connesse ad essere più efficienti”.

Non è stato un caso che proprio nella cornice catalana Intel abbia deciso di presentare il suo ultimo processore per il mondo IoT.  Il punto sulla strategia lo abbiamo fatto con Rod O’Shea, Director Emea IoT Group, cercando di capire meglio come lavorano gli otto Ignition Labs presenti in Europa, Middle East e  Africa, nati proprio per offrire strumenti, tecnologia, know how ingegneristico alle aziende per far sì che i progetti di IoT si avviino verso una fase di sviluppo commerciale. Perché è questo il passaggio che ora serve: non più pura teoria, ma realizzazione concreta a partire dagli ambiti industriali. “Un passaggio dove è fondamentale coinvolgere in modo adeguato anche l’ecosistema dei partner, per cercare di monetizzare il valore dell’IoT”.  Non facilmente misurabile.

Ne parliamo nella videointervista con O’Shea che sottolinea qual è la sfida in corso per Intel.

Read also :
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore