451 Research: crescono gli investimenti in IoT

M2MNetwork

Le aziende aumenteranno molto gli investimenti in IoT nel prossimo anno, con qualche perplessità

Un’indagine portata avanti da 451 Research su un campione di circa mille grandi imprese a livello mondiale ha rilevato che l’interesse verso le applicazioni Internet of Things sta crescendo sensibilmente. L’indagine è stata portata avanti tra agosto e ottobre 2016 e ha rilevato che il 71 percento del campione sta raccogliendo dati legati alle iniziative IoT, una percentuale in crescita rispetto al 68 percento calcolato nei tre mesi precedenti.

Questo maggiore interesse comporta anche una maggiore propensione alla spesa, nonostante restino ben presenti alcune perplessità legate a potenziali problemi di sicurezza (citati dal 50 percento del campione) e a una percezione poco chiara del ritorno sugli investimenti in IoT (41 percento di citazioni). Pur con questi freni, le aziende che hanno già in essere iniziative legate all’IoT prevedono che la loro spesa collegata crescerà mediamente del 33 percento nei prossimi dodici mesi.

Una parte significativa di questi investimenti è peraltro organica, nel senso che le infrastrutture IT diventano “naturalmente” aperte all’IoT seguendo la loro propria evoluzione tecnologica, ad esempio acquistando funzioni analitiche o integrando un numero maggiore di sensori a bordo.

L'impatto economico di Iot da qui al 2025
L’impatto economico di Iot da qui al 2025 secondo McKinsey

L’approccio al momento è molto pragmatico, sottolinea 451 Research. Le applicazioni IoT in questa fase sono collegate a obiettivi molto pratici che abbiano un impatto immediato e concreto sull’efficienza del business di tutti i giorni, oppure che portino economie di scala e siano in grado di incrementare i ricavi.

Il 68 percento del campione dell’indagine di 451 Research usa i dati raccolti nelle iniziative IoT per ottimizzare i propri processi, ad esempio per abilitare funzioni di manutenzione preventiva, ma solo il 42 percento per sviluppare nuovi prodotti o migliorare quelli già esistenti.

I dati dell’indagine indicano che l’IoT si sta diffondendo soprattutto nelle iniziative collegate alla raccolta di dati e alla loro successiva analisi, ad esempio in ambito finanziario, della Sanità o nell’industria. Ne consegue che le applicazioni di analytics avranno un ruolo sempre più importante nel dare valore alle implementazioni di IoT. Il 69 percento del campione ha ad esempio dichiarato che usa dati estratti dagli endpoint IoT per ridurre il rischio operativo e per la compliance.

Resta sullo sfondo il problema delle competenze, ma con una visione abbastanza diversa tra le varie aziende. Il 54 percento del campione non vive una mancanza di personale qualificato, mentre per il restante 46 percento il problema esiste e particolarmente nei campi della sicurezza applicata all’IoT e degli analytics.

Read also :
Autore: Silicon
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore