La roadmap di Juniper Networks per la transizione verso i 400GbE

Network

A partire da questi giorni Juniper Networks introduce funzionalità 400GbE su tutti i nuovi prodotti delle serie PTTX, QFX e MX. Il 2018 segna l’avvio del mercato 400G commerciale

E’ partita la transizione per introdurre le funzioni 400GbE in tutti i nuovi prodotti a partire da questi giorni e Juniper Networks annuncia l’aggiornamento 400G (parliamo di Terabit Ethernet) alle linee di prodotto enterprsie, data center, Wan (routing e switching).

Si potrebbe dire quasi che a distanza di dieci anni, come avvenne per il lancio dei 100 GbE nel 2009, Juniper Networks ora si ritrova a integrare la tecnologia 400 GbE nel suo portafoglio.

‘L’upgrade’ a 400 GbE permetterà a service provider e clienti cloud di fascia enterprise di ridurre il costo per bit, pur soddisfacendo la richiesta di ampiezza di banda resa disponibile in futuro dalla diffusione del 5G per le applicazioni più avide come quelle per la distribuzione di video 4K e di flussi AR e VR.

La roadmap evolutiva della tecnologia

Nella roadmap in primo piano ci sono le serie di soluzioni dietro le sigle PTX, QFX e MX, prodotto adottati in un ampio range di impieghi che vanno dal backbone al peering, dal data center interconnect allo scale-out metro core, dai servizi telco-cloud agli hyperscale data center IP fabric.

Più in dettaglio, per quanto riguarda le soluzioni che ricadono sotto l’etichetta del Trasporto IP, Juniper declina Wan 400GbE con la presentazione del nuovo 3-RU PTX10003  Packet Transport Router per backbone di nuova generazione, applicazioni data center interconnect e peering pronte per l’implementazione di 100GbE e 400GbE ad alta densità.

Il nuovo PTX10003 è il primo router a trasporto di pacchetti dotato di interfaccia QSFP-DD universale multi-rate per garantire un aggiornamento semplice da 100GbE a 400GbE).

Si offre  in un sistema di ridotte dimensioni con supporto nativo MACsec per 160 interfacce 100GbE e supporto FlexE per 32 interfacce 400GbE. PTX10003, dotato del silicio ExpressPlus di nuova generazione sarà disponibile nella seconda metà del 2018.

Lo scale out è un principio progettuale fondamentale per molti fornitori cloud che devono rendere l’erogazione dei servizi più vicina agli utenti per garantire una user experience di qualità e costante e il modello soddisfa questi requisiti.

In ambito data center Juniper ha potenziato gli switch della serie QFX con tecnologia 400 GbE per tutelare gli investimenti negli IP Fabric di nuova generazione. Unitamente a Contrail Enterprise Multicloud QFX viene semplificata l’automazione di molteplici infrastrutture cloud indipendenti da un unico punto di gestione.

Gli switch QFX10003 offrono 32 porte 400GbE e scalano fino a 16 porte 100GbE offrendo ai clienti la protezione degli investimenti durante la transizione a 400GbE. I modelli QFX5220, invece, sono dotati di chipset commerciale di ultima generazione, offrono 32 porte 400GbE in un sistema 1-RU compatto.

Questi switch arrivano con interfacce 50, 100 e 400GbE per connettività server e inter-fabric, garantendo versatilità di implementazione e protezione dell’investimento per il passaggio al cloud a 400GbE. QFX5220 sarà disponibile nella prima metà del 2019.

Il 2018 segnerà quindi  l’inizio del mercato commerciale 400G. Si prevede una spesa di circa 10 miliardi di dollari per le tecnologie 400G nei prossimi cinque anni.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore