IOT è ancora troppo presto ?

EnterpriseM2MNetwork

IOT, il mercato deve ancora raggiungere un punto di svolta e assestarsi su una massa critica adeguata di soluzioni e di applicazioni

Ormai considerato scontato il trend del BYOD e dei big data gli analisti di mercato stanno puntando la loro attenzione sull ‘Internet of Things ( IOT, internet degli oggetti) come il prossimo astro nascente del business IT: Una per una le aziende di primo piano dell’IT – i nomi sono i soliti Cisco Systems, GE, EMC Pivotal, IBM, Amazon, Google, Hewlett-Packard e Microsoft – hanno dichiarato i loro progetti e le aspettative per l’IOT.

Ultima ad aggiungersi esplicitamente al gruppo di testa è stata Intel che pochi giorni fa ha presentato dei SoC basati su Atom e Quark che sono adatti per i milioni di circuiti Asic specializzati in grado di collegare qualsiasi oggetto a internet , dai condizionatori ,alle biciclette fino agli elmetti dei lavoratori delle costruzioni. Intel si concentrerà dapprima sulla fornitura di nuovi processori per la parte industriale dell’IOT , le applicazioni comunicazione machine to machine (M2M) che già coinvolgono una larga fetta della base installata. Si trend di un trend che parte non dalle esigenze e dal comportamento dei consumatori , ma da quello dell’industria. Nello stesso tempo Intel sembra voler essere la prima a saltare sul vagone IOT bruciando sul tempo AMD, Nvidia e LSI per questo tipo di applicazioni dei processori.

D’altra parte il processo deve fare i conti con il fatto che a livello tecnico i gateway IOT devono poi inserirsi in un sistema di bus di vecchio tipo e devono generare rapporti e segnali in modo automatico senza supervisione umana. Si tratta di un processo che richiede tempo per diventare mainstream, ma l’IOT è una fenomeno che merita considerazione ed è avviato sulla strada giusta. Secondo alcuni esperti il mercato si dividerà in due – Industrial Internet of Things (IIoT) e Human Internet Of Things (HIoT)- con diversi player e differenti requisiti. Ma questi nuovi processori e i relativi circuiti Asic serviranno a far partire l’IOT o sono semplicemente le prime mosse di una partita infrastrutturale ancora da giocare? Secondo alcuni i chip di Intel sono i primi componenti di base e standard in attesa di diventare la chiave d i prodotti che saranno a basso costo solo se la produzione arriverà a efficienze di volume.

Ma il processo che sta per iniziare richiede che qualcuno produca chip a basso costo. Ed è quello che Intel sta facendo. Solo quando dall’inizio del prossimo anno cominceranno ad apparire sul mercato i nuovi ASIC con relativi processori specializzati per l ‘IOT comincerà il nuovo trend del mondo IT. Il mercato però deve ancora raggiungere un punto di svolta e assestarsi su una massa critica adeguata di soluzioni e di applicazioni.

Read also :
Autore: Silicon
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore