Internet Explorer 8 Beta 2, nella guerra dei browser Microsoft punta sulla sicurezza

NetworkSoftware

La versione 8 di Internet Explorer presenta alcune novita’ soprattutto nell’ambito della sicurezza e dell’usabilita’. L’interfaccia grafica, invece, di fatto non cambia rispetto alla precedente

Qualcosa è cambiato in questa nuova versione di Internet Explorer (si tratta comunque ancora di una beta, ma già utilizzabile dagli utenti e non solo dagli sviluppatori), anche se a prima vista tutto sembra uguale prima. L’aspetto è pressochè identico, se si escludono alcuni piccoli particolari, ma a guardare in profondità le novità ci sono eccome. Sicurezza, usabilità e compatibilità sono i tre temi forti sui quali punta Microsoft.

Sicurezza

Accanto alle tab per la navigazione fa la sua comparsa il menu Sicurezza, dal quale è possibile scegliere la modalità di navigazione InPrivate: un’apposita etichetta precede l’indirizzo del sito e sta ad indicare che il browser non conserverà traccia dei dati relativi alla sessione di navigazione, quindi cookie, file temporanei, cronologia ed eventuali altre informazioni personali. Questa opzione è particolarmente indicata per l’utilizzo su computer condivisi, in cui il rischio di violazione della privacy è quindi decisamente alto. La protezione offerta da InPrivate riguarda la finestra corrente e le eventuali schede che si dovessero aprire: questo significa che chiudendo la finestra, InPrivate viene automaticamente disattivato.

Non sempre però potremmo voler eliminare i dati personali relativi alla sessione di navigazione: ad esempio può essere utile mantenere i cookie dei siti che visitiamo più frequentemente per controllare la posta, aggiornare il proprio blog, eseguire operazioni bancarie e così via. Internet Explorer 8 permette, a differenza della precedente versione, di eliminare in modo selettivo questi dati: dal menu Tools – quando sarà disponibile l’interfaccia in italiano sarà Strumenti – è possibile scegliere il comando Delete Browsing History. Una finestra di dialogo consente di selezionare i tipi di file da eliminare: la novità è rappresentata dall’ultima voce, ovvero quella che permette di conservare tutte le informazioni personali relative ai siti web contenuti nella propria lista dei preferiti.

Un’ulteriore funzionalità che aumenta il livello di sicurezza durante la navigazione è InPrivate Blocking: se più siti contengono un medesimo script e questo viene memorizzato nella cronologia, chi gestisce tali siti può sapere quali pagine abbiamo già visitato e quando. InPrivate Blocking permette invece di bloccare questa identificazione.

Read also :
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore