Il wireless “agile” di Huawei per le imprese

MobilityNetworkNetwork management

Huawei ha presentato una nuova architettura per realizzare reti Wi-Fi in realtà dove la copertura è complessa e serve una gestione semplice dei dispositivi

Huawei ha presentato un nuovo approccio alla distribuzione della connettività Wi-Fi nelle aziende che si trovano ad affrontare una proliferazione di dispositivi wireless e che, contestualmente, hanno bisogno di una soluzione di semplice gestione per portare un segnale wireless in molte stanze allo stesso tempo. Gli ambiti di applicazione ideali sono ad esempio alberghi, ospedali e università.

La nuova soluzione è stata denominata Agile Distributed Wi-Fi e prevede un’architettura a tre livelli logici rispetto a quella consueta a due in cui si ha un dispositivo di Access Control collegato ad access point periferici. Nelle architetture tradizionali l’access point offre copertura wireless e gestisce il traffico dati nella sua zona di competenza, trasferendo poi al dispositivo di Access Control il traffico che è stato già in parte gestito e ottimizzato. Nel sistema Huawei ci sono tre livelli logici (la gestione fisica della copertura Wi-Fi, le funzioni di access point e quelle di Access Control) perché le funzioni dell’access point tradizionale vengono separate. I dispositivi fisici coinvolti sono comunque sempre due.

La RRU R240D
La RRU R240D

L’access point viene sostituito da un dispositivo meno “intelligente”, quindi molto più semplice da gestire: una RRU (Remote Radio Unit) che si occupa solo di dare copertura radio e trasferire dati da e verso gli utenti coperti. Svolgere solo queste funzioni permette alle RRU di avere prestazioni, secondo Huawei, del 20 percento superiori a quelle degli access point classici.

Al momento sono offerte due RRU, siglate R230D e R240D, che supportano i protocolli 802.11 a, b, g, n, ac. La versione R240D ha anche porte Ethernet per il collegamento di nodi cablati.

Il Central AP AD9430DN-24
Il Central AP AD9430DN-24

Tutta l’intelligenza del sistema è spostata a livello del dispositivo di Access Control, che Huawei chiama Central Access Point. Il Central AP riceve il traffico dalle RRU ed esegue tutte le operazioni di controllo degli accessi, configurazione, erogazione di servizi e via dicendo. Gestisce anche il roaming, che in questo caso è semplificato perché tutte le RRU collegate a un Central AP costituiscono una rete unica.

Il Central AP offerto è il modello AD9430DN-24, che si collega alle RRU tramite porte Gigabit Ethernet con alimentazione PoE. Il dispositivo integra 24 porte ma usando uno switch intermedio può controllare 48 RRU, quindi coprire sino a 48 stanze per un massimo di 4.096 utenti connessi.

Read also :
Autore: Silicon
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore