Il Dell World 2015 tra IoT e cloud ibrido

Silicon è il sito di tecnologia dedicato alle strategie delle aziende IT che cavalcano i nuovi trend di mercato, dal cloud computing alla virtualizzazione, dal mobile al byod. Analisi, approfondimenti, prove di app e prodotti, oltre alle notizie quotidiane, fanno di Silicon l’appuntamento giornaliero per i manager che vogliono capire come la tecnologia possa aiutarli nel fare business. Su queste tematiche Silicon realizza interviste agli attori del mercato e reportage dai principali eventi, sia in Italia sia all’estero.

Presentati un gateway dedicato al mondo Internet of Things e un sistema integrato Dell-Microsoft per gli ambienti Azure

Proseguono gli annunci ad ampio raggio del Dell World 2015: i più recenti sono stati concentrati nei settori dell’Internet of Things, con la presentazione dell’Edge Gateway 5000, e del cloud ibrido, con una soluzione per gli ambienti Azure.

Per quanto riguarda l’IoT il nuovo Edge Gateway 5000 è un gateway studiato per le applicazioni in stile Internet of Things di building e factory automation, ma non solo. È destinato in primo luogo agli OEM che vogliono realizzare questo tipo di soluzioni di automazione ma anche agli utenti finali che stanno estendendo la propria rete in logica IoT.

Il Dell Edge Gateway 5000
Il Dell Edge Gateway 5000

La sua posizione ideale è infatti ai margini della rete, vicino a dove si trovano i sensori e i dispositivi IoT, ed è pensato per architetture a intelligenza distribuita: il Dell Edge Gateway raccoglie fisicamente i dati e li passa a un nodo locale che li elabora o quantomeno li filtra e li aggrega prima di inviarli verso la parte centrale della rete. Questo per evitare di sovraccaricare inutilmente le comunicazioni verso i datacenter. Tra l’altro il gateway è compatibile con le funzioni analitiche della nuova versione di Dell Statistica.

Dal punto di vista tecnico l’Edge Gateway 5000 offre vari tipi di connettività cablata, legacy (RS-422/485, CAN) e wireless (Wi-Fi, 802.15.4) e può essere dotato di diversi sistemi operativi tra cui Ubuntu Snappy, Wind River Linux e Windows 10 IoT Enterprise. Inoltre è caratterizzato da un case industriale e dalla possibilità di operare anche a temperature estreme.

Il Dell Hybrid Cloud System for Microsoft
Dell Hybrid Cloud System for Microsoft

In campo cloud la novità è un sistema integrato per la creazione di un ambiente di cloud ibrido basato su Azure. Prende il nome di Dell Hybrid Cloud System for Microsoft ed è la combinazione di hardware Dell e software Microsoft. Per l’hardware si tratta del server rack PowerEdge C6320, con 4 nodi in un sistema 2U, e di varie combinazioni di unità di storage sia SSD sia hard disk. Lato software troviamo Windows Server 2012 R2, System Center 2012 R2 e il Windows Azure Pack, più Dell Cloud Manager come piattaforma di gestione.

Secondo Glenn Keels, Executive Director Product Management and Marketing di Dell Engineered Solutions and Cloud, questa configurazione permette di partire con le funzioni base in meno di tre ore e arrivare a un ambiente completo di cloud ibrido in meno di una giornata. Dell crede talmente al nuovo sistema che ha sviluppato una opzione di pagamento specifica denominata Cloud Flex Pay: canone fisso mensile per i primi sei mesi, dopodiché si può acquistare la soluzione, finanziarla o restituirla a Dell.

Read also :