IKS investe sulle tecnologie open source per supportare le aziende

NetworkOpen sourceSicurezzaSoftware

IKS sta investendo sulle tecnologie open source per promuovere un nuovo modello di erogazione e governance dei servizi sui data center. Tra i vari servizi a portfolio, IKS evidenzia quelli di IT Service Management e Open IT Automation

IKS è un’azienda di consulenza specializzata nello sviluppo di soluzioni in ambito IT Governance e Security che sta investendo sulle tecnologie open source per promuovere un nuovo modello di erogazione e governance dei servizi sui data center.

IKS grazie  all’esperienza maturata in ambito middleware e system management, nello sviluppo di applicazioni, tool di gestione e nell’ottimizzazione dei processi, è in grado di supportare le aziende con soluzioni basate su open source misurati a seconda delle esigenze di ogni realtà. Processi, automazione e soluzioni open source, infatti, se utilizzati con assoluto pragmatismo e per rispondere a reali esigenze, possono essere un elemento di differenziazione e di vantaggio competitivo per le aziende. Si parte con l’indirizzare esigenze (use case) di base per continuare ad evolvere l’ambiente arricchendolo di funzionalità. Il risultato sarà un data center basato su un nuovo modello di erogazione e governance dei servizi.

La differenza tra l’utilizzo di componenti open source rispetto a un approccio classico, consiste nella flessibilità dell’approccio stesso, non più monolitico ma “a blocchi”, a seconda di funzionalità ed esigenze specifiche, con una visione dei servizi orientata all’end user. Questa metodologia consente, da un lato, di non svalutare gli investimenti già fatti secondo il modello e con le tecnologie in uso; dall’altro, permette di sviluppare nuovi servizi o rivedere quelli esistenti, secondo logiche di efficienza e innovazione tecnologica.

L’adozione di tecnologie open source apporta diversi benefici, tra cui non solo la riduzione dei costi, ma anche l’affidabilità e la flessibilità. Dal punto di vista economico, infatti, i costi legati alle licenze possono essere eliminati e sostituiti dai costi minimi per il supporto e l’aggiornamento; in termini di sicurezza ed efficienza, inoltre, un software open source garantisce la massima tempestività nella risoluzione degli eventuali problemi, grazie all’estrema accessibilità del codice sorgente e al continuo lavoro della community.

Tra i vari servizi a portfolio, IKS evidenzia quelli di IT Service Management e Open IT Automation. La soluzione di IT Service Management registra, classifica e inoltra per priorità alle rispettive unità di supporto, tutte le richieste che, nel contesto di un’organizzazione, non possono essere gestite direttamente. Ciò garantisce che ogni richiesta venga adeguatamente gestita in tutte le sue fasi, salvaguardando il livello di qualità del servizio al cliente. IKS implementa le best practice dell’IT Service Management, avvalendosi di soluzioni open source che permettono di gestire efficacemente i processi aziendali senza la necessità di acquisto di prodotti costosi. La soluzione di IT Service Management è stata implementata con successo in un’importante azienda italiana con sede nelle Marche, specializzata nella produzione di vernici per legno. Grazie a tale sistema, l’azienda ha ottenuto decisivi miglioramenti nella qualità dei servizi ai clienti, interni ed esterni, rispondendo adeguatamente ai requisiti richiesti, a fronte di un investimento minimo.

La soluzione Open IT Automation, invece, consente la creazione di processi automatizzati per il rilascio, la gestione, il billing e l’eventuale esternalizzazione di servizi IT secondo policy predefinite che consentono di tenere sotto controllo la compliance dei sistemi e dei servizi applicativi. È uno strumento utile a conseguire una governance agile e flessibile delle infrastrutture virtualizzate di nuova generazione, che si colloca in maniera trasparente all’interno dei data center e non richiede alcun investimento in hardware.

“Crediamo fermamente nel valore della tecnologia open source e riteniamo possa costituire un vero e proprio elemento di differenziazione per le aziende – dichiara Arrigo Madoni, BU IT Industrialization Manager di IKS -. Si tratta di un approccio innovativo, in contrapposizione a quello tradizionale utilizzato, per esempio, in progetti di automazione e cloud computing, che spesso vengono abbandonati o declassati perché affrontati con lunghe e complesse attività di analisi e delivery. Con le soluzioni open source abbiamo la possibilità di costruire servizi su misura, con funzionalità da estendere e arricchire in linea con l’evoluzione delle esigenze aziendali. Grazie ad un’attenta valutazione della bontà delle soluzioni open disponibili, a consolidate partnership con i principali attori in questo settore e alla comprovata esperienza acquisita, riusciamo a fornire al cliente un progetto personalizzato e funzionale, in grado di soddisfare in toto le sue esigenze, affiancandolo anche nei futuri sviluppi.”

Autore: Silicon
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore