Fujitsu IT Future: come innovare ICT e business per le aziende? La chiave sono i servizi

Network

Francini (Fujitsu) : l’innovazione vera va creata presso i clienti attraverso i servizi e realizzando cose nuove e protese al futuro

Nel corso di Fujitsu IT Future 2013 ( tappa italiana) Fujitsu Technology Solutions Italia ha dato ai presenti l’opportunità di scoprire una recnete acquisizione – la francese RunMyProcess – che, acquisita dal gigante giapponese per la sua capacità di sviluppo di soluzioni Paas si colloca al centro del processo di transizione della società verso i servizi IT orientati al cloud. E in Italia pare che ci sia ancora molto da fare per raggiungere nell’area dei servizi IT la quota del 50 per cento di fatturato mondiale Fujitsu ( 47 miliardi di dollari) .

Apprendiamo che la startup RunMyProcess offre in ambito servizi cloud un Workflow builder orientato a permettere la coesistenza di applicazioni cloud e legacy mettendole in grado di lavorare insieme. Si tratta di uno strumento ( che prevede una ricca library di 1500 connettori preconfigurati e si appoggia a Amazon Web Services) che si inserisce bene all’interno dalle attività di sviluppo dei servizi IT affidata in Europa allo spagnolo Juan Maria Porcar, Senior Vice President of Services CEMEA&I, che guida un ampio e decentrato sistema di competence center per diversi settori applicativi verticali. In Italia ne opera uno indirizzato alle applicazioni per il mercato retail.

Ma spiega Porcar : “ Non intendiamo offrire questo tool direttamente ai nostri clienti, ma lo usiamo noi stessi per sviluppare la nostra offerta di servizi . Si tratta di una tecnologia molto potente in un mondo IT che a breve e medio termine è orientato verso le applicazioni di cloud ibrido”. Si tratta di un ambiente di sviluppo che grazie alla presenza dei connettori permette di andare a cercare le informazioni di tutti i database esistenti dietro il firewall aziendale e nel cloud.

2013-06-18 11.02.35

Del resto al centro della presentazione delle attività di Fujitsu svolta da Federico Francini,  amminstratore delegato  di Fujitsu Technology Solutions Italia, sono stati esattamente i servizi IT e cloud in un ‘ottica che in Fujitsu chiamano di “smart sourcing”. Il contesto futuro è quello di un anno 2020 in cui ci saranno 4 miliardi di utenti internet, 50 miliardi di device “internet capable”e 35 Zettabyte ( 10 alla ventunesima byte ) da spostare e gestire in presenza di sensori nei mondi applicativi più diversi. In questa prospettiva è la società civile che guida il mondo IT con i suoi comportamenti che danno la linea dell’evoluzione tecnologica.

Francini riconosce una spirale evolutiva che combina cloud e device e in un futuro prossimo obbligherà le aziende cui si rivolge l’offerta di Fujitsu a fare scelte giuste ed essenziali – con un giusto mix di outsourcing e insourcing- per adattarsi a un contesto IT molto dinamico. In altre parole le modalità di consumo dell’IT sono cambiate e bisogna parlare al mercato di soluzioni e di servizi. Su questa strada Fujitsu sta riorientando la sua offerta.

Ci salveranno i servizi? Quali sono le opportunità per l’IT aziendale o per le linee di business dell aziende? Comunque sia le aziende dovranno gestire un mix di servizi sempre più complesso. E dunque sostiene Francini : “ le aziende non possono fare da sole e devono valutare delle scelte di smart sourcing , un mix bilanciato di risorse interne ed esterne. Un valore di Fujitsu è la flessibilità che nella grandi società ICT americane è passata di moda. E la flessibilità si esprime anche nell’offerta di servizi IT che fa tesoro di esperienze globali in diversi mercati con capacità di erogare servizi IT a livello altrettanto globale. Con il cloud è indifferente dove si collochino le migliori practice. Ma è importante scegliere una fornitore che le abbia”.

Insomma il valore aggiunto per il cliente deriva da soluzioni , servizi e nuovi modelli di delivery (ad esempio il cloud) che sono forniti insieme al resto dell’hardware e del software . E subito una rivendicazione di primato: secondo Gartner, dopo Ibm, HP e Accenture, e prima di CSC, Fujitsu è il quarto player in ambito servizi.

Read also :
Autore: Silicon
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore