Tra Europa e USA chi ha la banda più larga?

BroadbandMobilityNetwork

Contro ogni idea corrente uno studio segnala che in Usa la banda fissa e wireless è più larga che in Europa

In ambito telecomunicazioni il confronto tra i marcati nordamericano ed europeo avviene sia in termini economici ( numero di utenti e di carrier) sia in termini di tecnologia. Di recente uno studio di Idate si occupava degli Usa sottolineandone il primato in termini di banda ultralarga. Ora uno studio Usa analizza lo sviluppo delle infrastrutture sulle due coste dell’Oceano Atlantico.

Nell’opinione comune la rete Internet Usa viene considerata degradata e onerosa rispetto a quella europea o asiatica. In Europa invece le voci della Commissione Europea stimano l’Europa al di sotto degli Stati Uniti. Sul fronte del wireless gli Americani sono considerati come poco sviluppati nelle reti 3G, ma le reti LTE sono partite più tardi in Europa.

idatetab

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Uno studio di fonte accademica – U.S. vs. European Broadband Deployment: What Do the Data Say? – si concentra sul mercato europeo. Un primo dato: gli Usa non sono in ritardo come si pretende: “ I dati dello studio rivelano che le preoccupazioni di un ritardo degli Stati Uniti nella corsa alle grandi velocità sono infondate. In primo luogo la percentuale di famiglie americane che hanno accesso alle reti di nuova generazione è più elevato che in Europa”.

Questo riguarda sia la fibra , quanto il cable o il 4G. L’82 per cento delle case americane possono accedere a una rete fissa ad alta velocità contro il 54 per cento delle residenze europee. Il contrasto aumenta ancora di più nelle zone rurali . La fibra arriva a domicilio o ai piedi dell’immobile nel 23 per cento delle case Usa contro il 12 per cento del vecchio continente. E il 4G si estende sul l’86 per cento della popolazione contro appena il 27 per cento in Europa, in media.

 

lte.chart

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Gli esperti sottolineano però che lo studio riguarda dati raccolti nel 2012. Da allora soprattutto in Europa si è verificata una accelerazione della messa in opera di reti 4G. D’altra parte l’Europa considera che la banda ultralarga parte da 30 Mbps , mentre è da 25 Mbps sul suolo americano.

Superate queste questioni metodologiche emergono tuttavia grandi tendenze che mostrano chiaramente le grandi differenze degli investimenti nei due mercati. In Europa gli operatori investono attorno ai 244 dollari per residenza contro i 562 delgi Americani. Una delle regioni è che il modello americano spinge ogni operatore a investire sistematicamente nella propria rete, mentre in Europa si preferisce un modello condiviso di investimenti nella rete mobile e fissa. Ma le conclusioni sono che l’approccio americano si è rivelato più efficace per la crescita delle reti a banda ultralarga rispetto a quello europeo.

Un ultimo punto riguarda il costo dei servizi. Sotto i 12 Mbps è più basso in Usa. Il costo è equivalente tra 12 e 30 Mbps. Cresce invece negli Usa più che in Europa sopra questa soglia. Ma le previsioni sono che i prezzi saliranno in Europa. Qui il consumo di dati è ancora inferiore a quello di Oltreoceano.

Read also :
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore