Ericsson, la sostenibilità nell’era della comunicazione per tutti

MobilityNetwork
Ericsson Radio Dot System

Gli ambiti dell’impegno di Ericsson sul tema del business responsabile: tecnologia, ma anche progetti dedicati agli studenti nei cinque angoli del pianeta

Come anche altri giganti delle telecomunicazioni anche Ericsson ha presentato il report Sustainability e Corporate Responsibility per l’anno 2013 suddiviso in tre sezioni: Conducting Business responsibly, Energy, Environment and Climate Change e Communications for All.

Il Rapporto rappresenta un’occasione non solo per inquadrare gli sforzi aziendali nell’approcciare il business in modo responsabile, con attenzione ai diritti umani e alla sales compliance, al sourcing responsabile e agli standard di anti-corruzione, ma è anche un’occasione per raccontare le varie iniziative sui progetti “green”. Ericsson ha infatti concluso nel 2013 il primo ciclo del programma di 5 anni volto a ridurre l’intensità delle emissioni di CO2 del 40%: dopo aver già raggiunto l’obiettivo nel 2012, il 2013 ha visto la riduzione di un ulteriore 10% di CO2 per ogni dipendente dell’azienda.

Ericsson nel corso dell’anno ha inoltre qualificato la propria attività con miglioramenti nell’ambito nell’ambito dell’energia,  dell’ambiente e del cambiamento climatico: la soluzione di Psi Coverage e il Radio Dot System sono due esempi di prodotti innovativi in grado di migliorare la copertura e ridurre l’impatto energetico.

Psi Coverage è costituita da una singola unità radio in grado di fornire la stessa copertura 3G di una normale stazione base dotata di 3 unità radio ed è stata distribuita in 11 mercati nel 2013 con una riduzione del consumo energetico del 40%. Il Radio Dot System, che sta rivoluzionando la copertura indoor, riduce i fabbisogni energetici di più del 50% rispetto ai tradizionali Distributed Antenna Systems e prolunga la durata della batteria dei dispositivi degli utenti usati negli ambienti di lavoro.

Ericsson Radio Dot System
Ericsson Radio Dot System

Inoltre Ericsson ha ottenuto risultati importanti per i programmi di Technology for Good: il primo gruppo di studenti del progetto Connect To Learn si è diplomato nel 2013 e i servizi della piattaforma di connessione per i rifugiati sono stati estesi all’emergenza siriana. In tutto sono stati coinvolti oltre 40mila studenti in 14 Paesi.

Quindi al centro, oltre alle soluzioni di efficienza energetica,  c’è anche la capacità di fornire l’accesso agli strumenti di comunicazione a un numero maggiore di persone, inclusi i rifugiati e gli studenti nelle aree più isolate o disagiate.

In linea con i Guiding Principles on Business and Human Rights delle Nazioni Unite, Ericsson ha effettuato una valutazione completa dell’impatto sui diritti umani dal punto di vista del Business Responsabile con accertamenti specifici che per esempio hanno portato a dare priorità ad alcune aree di intervento, ma ha anche aiutato a costruire una solida base per l’azienda, ora operativa grazie ai recenti accordi commerciali stretti nel Paese.

Per quanto riguarda l’Iran, Ericsson ha deciso di non eliminare gradualmente le consegne di attrezzature. Questo per mantenere i clienti attuali, prestando attenzione, allo stesso tempo, alla situazione dei diritti umani.

Per Ericsson il business è responsabile non solo per quanto riguarda l’impatto ambientale e sulle popolazioni, ma anche quando il tema di estrema attualità è quello della corruzione. E’ attivo un programma ad hoc e più di 85.000 dipendenti hanno già seguito un corso di formazione relativo alle policy e agli standard generali dell’azienda in materia.

Elaine Weidman-Grunewald, Head of Sustainability and Corporate Responsibility, commenta: “Alla fine, un report sulla sostenibilità rappresenta solo un’istantanea sulla performance di un’azienda. Non entra nello specifico di tutte le persone, i processi e la governance aziendale che ci sono dietro. Il nostro grande focus per tutto il 2013 è stato quello di costruire delle solida fondamenta per i nostri programmi, in tutti i settori di attività riguardanti la Sustainability e la Corporate Responsibility”.

Per una lettura completa del Sustainability and Corporate Responsibility Report

 

Read also :
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore