Cloud. Tutti vogliono OpenStack

CloudCloud managementNetworkProgettiSoftware vendor

Oracle elabora una distribuzione di OpenStack adattata a Oracle Linux e Oracle VM. Red Hat ha annunciato la disponibilità della versione beta di Red Hat Enterprise Linux OpenStack Platform 5.0

Il layer cloud open source OpenStack, dedicato alle soluzioni di Infrastructure as a service ( IaaS) aveva guadagnato un suo spazio presso Oracle con la nuova versione di Solaris. Ora è il turno da parte di Oracle Linux di proporre il supporto di OpenStack.  Anche Red Hat ha annunciato la disponibilità della versione beta di Red Hat Enterprise Linux OpenStack Platform 5.0, l’offerta che associa Red Hat Enterprise Linux con la tecnologia Red Hat OpenStack per fornire una base sicura e scalabile per la realizzazione di open cloud privati o pubblici . La combinazione di queste due tecnologie può beneficiare gli utenti che stanno spostando risorse in ambienti open hybrid cloud con una soluzione come Red Hat Cloud Infrastructure.

openstack icehouse

La versione beta di Red Hat Enterprise Linux OpenStack Platform 5.0 comprende OpenStack Icehouse, la più recente versione della piattaforma software open hybrid cloud, e la beta di Red Hat Enterprise Linux 7, la nuova versione del sistema operativo dell’azienda., A breve verrà rilasciata una seconda release che supporta Red Hat Enterprise Linux 6.

Red Hat ha collaborato con NetApp per creare un’architettura di riferimento per il cloud ibrido che si basa su IceHouse, la vesrione più recente della piattaforma open source per il cloud. E ‘ evidente l’obiettivo di realizzare la massima integrazione tra la piattafroma Red Hat Enterprise Linux OpenStack e la tecnologia di storage e di gestione dei dati di NetApp. OpenStack permette alle organizzazioni di personalizzare il loro ambiente cloud con funzionalità , software e hardware di terze parti in funzione delle loro necessità. Tuttavia la messa in opera di OpenStack in ambienti aziendali è un’operazione complessa che richiede la progettazione di un sistema con diverse componenti hardware e software e una successiva messa a punto con test di server e storage.

La comunità OpenStack infatti non certifica l’interoperabilità dell’hardware e il supporto del software. Il lavoro congiunto di Red Hat e NetApp ha permesso di costruire una piattaforma per il cloud ibrido basata su OpenStack sicura e d efficiente.

Read also :
Autore: Silicon
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore