Cisco Live 2014 – Chambers prende le misure dell’IT dei prossimi cinque anni

EnterpriseNetwork

Chambers sul palco di Cisco Live: l’architettura ( ACI) fa la differenza nello sviluppo di server, storage e reti SDN . Il tema dei prossimi anni è IoE

John Chambers, il CEO di Cisco , ha seguito 23 delle 25 conferenze Cisco Live.Ma Chambers è anche a 19 anni come CEO di Cisco. Questa edizione di Cisco Live vede la partecipazione di 25 mila persona e di 200 mila utenti online. E Chambers mette in fila i dettagli dell’innovazione IT secondo il suo punto di vista:” Nel lontano 1989 , quando è partito il primo evento sviluppatori di Cisco, si parlava del primo had disk da 1 GB. Apple aveva appena sfornato un portatile che pesava 14 libbre e costava 5800 dollari , ora pesa una libbra ( meno di 500 grammi) . Molto è cambiato”.

E’ una nozione generalmente accettata che le imprese in ogni tipo di mercato non sanno mantenere il passo frenetico dei miglioramenti tecnologici , non rivolgono l’attenzione verso la clientela , e non trovano una loro strada verso l’innovazione possono ritrovarsi fuori mercato. E i successi del passato non contano. Poche aziende tra le prime 500 secondo Fortune nel 1989 sono ancora in affari.

Continua Chambers: “ La velocità del cambiamento è raddoppiata solo rispetto a tre anni fa. E succederà ancora nei prossimi cinque anni. Le aziende devono cambiare e adattarsi al mercato. Delle Fortune 500 di 25 anni fa , solo i 24 sono ancora attive. E solo un terzo di noi ( le attuali Fortune 500) esisterà tra 25 anni”. Chambers non ha risparmiato commenti su quella che prevede sarà la prossima battaglia senza esclusione di colpi tra i principali fornitori di tecnologie IT generaliste. Sul palco di Cisco Live 2014 non ha fatto nomi , ma si è riferito chiaramente alla sua azienda, a IBM, Hewlett-Packard, Oracle, Dell, Microsoft, EMC, Fujitsu, e poche altre.

E una previsione:” Vediamo cosa capita nel nostro settore: Vedremo un consolidamento brutale nel settore IT, dove tra i primi cinque player solo due o tre di noi avranno una presenza significativa sul mercato da qui a cinque anni”. Ma Cisco e i suoi partner intendono essere tra i sopravvissuti : “ Nessuno metterà le mani nel nostro piatto”. E ancora : “ Sappiamo che dobbiamo cambiare . La cosa bella è che tutti questi cambiamenti hanno al centro la rete. Quando parliamo dei primi cinque player secondo Gartner vediamo i disastri degli scorsi due anni e mezzo, in cui HP e IBM non hanno avuto incrementi di fatturato per due o tre anni. Si tratta di un consolidamento brutale anche per aziende guidate magnificamente”.

Secondo Chambers il cloud computing si trasformerà molti modi a partire dal cloud privato per andare verso il cloud ibrido e pubblico . Le sfide della sicurezza diventeranno più dure , i modelli di business e tecnologici cambieranno a velocità mai viste: “ Ogni impresa in ogni città di ogni nazione comincerà a vedere i leader più capaci dire che dovranno diventare prima di tutto una società di tecnologie, e dopo una società retail, prima una società di tecnologie e dopo una banca, prima una nazione digitale o una città digitale”.

Chambers ha poi annunciato il tema centrale dell’evento di Cisco: l’IT di nuova generazione è tutto sulle architetture e sull’infrastruttura centrata sulle applicazioni. App, network scalabile e sicurezza sono tutte esigenze dell’IoT, o come si preferisce in Cisco Internet of Everything.

Il framework ACI (Application-Centric Infrastructure) sviluppato da Insieme ( una spinout di Cisco) ha lo scopo di rendere l’applicazione la forza di spinta dietro la SDN aziendale e dispende in larga parte dall’hardware proprietario di Cisco.

Read also :
Autore: Silicon
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore