Cisco al lavoro sulla iniziativa Fog Computing per l’IoT

Network

Il fog computing secondo Cisco prevede visibilità e controllo sui processi, le applicazioni e la rete

Anche i vertici di Cisco concordano che l’Internet deli oggetti (IoT) è la transizione tecnologica più significativa per il settore IT dopo Internet stessa. Cisco naturalmente vuole guidare questa transizione da leader attraverso l’idea del “fog computing” che colloca applicazioni, storage, analytics e altre funzionalità distribuite di elaborazione sul bordo della rete. In Cisco esiste una business unit per l’IoT, mentre nel gennaio scorso attraverso la piattaforma IOx ha dichiarato la volontà di far convergere dispositivi di rete – da switch e videocamere IP – arricchiti di intelligenza sui sensori e i device dell’IoT.
Poi nei giorni scorsi Cisco ha sponsorizzato l’evento IoT World Forum 2014 a Chicago che è stata l’occasione per presentare la seconda fase di IOx con un allargamento dei prodotti supportati.

La società ha delineato le qualità della sua Internet of Everything (IoE) Software and Services Suite, che permette ai clienti di raccogliere i dati dai diversi endpoint attivi, analizzarli e spostarli verso i processi o le presone più appropriate.

cisco-iot
Riepilogando le prospettive di un mercato IoT in evidente crescita , Cisco ha dichiarato che entro il 2020 ci saranno oltre 50 miliardi di dispositivi collegati la mondo, mentre gli analisti di Idc hanno valutato che in quell’anno il valore totale del fatturato raggiungerà 7,1 trilioni di dollari. Un altro indice è quello di Gartner che segnala come in questo momento l’ iOT è all’apice del ciclo di hype delle tecnologie emergenti.

Altri dati di provenienza Cisco indicano 17,7 miliardi di oggetti connessi con il sorpasso dei collegamenti industriali su quelli per il mondo consumer previsto nel 2017. Il fatturato attuale è stimato in 2,3 trilioni di dollari con una crescita del 19 per cento anno su anno.
Molto calda anche la politica delle acquisizioni: Samsung per 200 milioni di dollari con Smarthings, Amazon per un miliardo di dollari con Twitch. Globalmente sono stati spesi 5,3 miliardi di dollari in 18 accordi relativi all’IoT. Sono 190 le startup in argomento nate quest’anno.

I più recenti sviluppi della piattaforma IOx prevedono anche l’aggiunta di un modulo di Application Management per la gestione centralizzata delle applicazioni fog che girano sulla piattaforma.

Read also :
Autore: Silicon
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore