Cisco Global Cloud Index: il traffico cloud dominerà il data center

Network

Entro il 2017, il traffico cloud rappresenterà oltre i due terzi del traffico data center globale e crescerà di oltre quattro volte nel periodo 2012 – 2017

Secondo la terza edizione annuale del Cisco Global Cloud Index (2012 – 2017), il traffico cloud globale, la componente del traffico data center in più forte crescita, aumenterà di 4,5 volte con un tasso del 35%. Circa il 17% del traffico data center sarà alimentato dagli utenti finali che accedono al cloud per la navigazione web, il video streaming, ai dispositivi connessi e di collaboration. Il restante traffico data center non è generato direttamente dall’utente finale ma dai workload di data center e cloud computing utilizzati in attività che sono virtualmente invisibili alle persone.

Per il periodo 2012 – 2017, Cisco prevede che il 7% del traffico data center sarà generato tra i data center, principalmente dalla replicazione dei dati e dagli aggiornamenti software e di sistema. Un ulteriore 76% del traffico data center risiederà all’interno del data center e sarà in gran parte generato dai dati di storage, di produzione e sviluppo in ambiente virtualizzato. Insomma a fronte di questa tendenza, nel corso dei prossimi cinque anni, assisteremo ad un elevato aumento della quantità di traffico cloud tra e al di fuori del data center .

Lo studio Cisco Global Cloud Index (2012 – 2017) è stato creato per stimare la crescita e i trend globali del traffico data center e IP basato su cloud . Lo studio viene prodotto analizzando varie fonti primarie e secondarie, inclusi 40 terabyte di traffico mensile proveniente da un ampio numero di data center e riferito allo scorso anno, i risultati di oltre 90 milioni di test di rete e studi di mercato di terze parti.

Nel 2012, il Nord America è stato il paese che ha generato più traffico cloud seguito dall’Asia Pacifico e dall’Europa Occidentale .Entro il 2017, il Nord America sarà ancora il paese che genererà il più elevato volume di traffico cloud Il 2014 sarà il primo anno in cui la maggior parte dei workload di un data center passerà al cloud; il 51% di tutti i workload sarà elaborato nel cloud rispetto al 49% che sarà processato nello spazio IT tradizionale. Entro il 2017, circa i due terzi, o il 63%, dei workload saranno processato dai data center cloud; il 37% sarà elaborato dai data center tradizionali. La percentuale di workload relativi a server cloud non virtualizzati crescerà dal 6,5 del 2012 al 16,7 entro il 2017, mentre la percentuale di workload relativi a server di data center tradizionali non virtualizzati crescerà dall’1,7 del 2012 al 2,3 nel 2017.

Read also :
Autore: Silicon
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore