Si estende ancora la rete in fibra di Fastweb

BroadbandNetwork

La rete proprietaria di Fastweb raggiunge un altro lotto di una quindicina di centri in tutta Italia, secono il piano di crescita avviato qualche tempo fa

L’obiettivo era stato esplicitamente dichiarato e si va avanti per raggiungerlo: Fastweb punta a raggiungere con la propria rete il 50 percento della popolazione nazionale entro il 2020 e a giugno ha messo in carniere la “conquista” di un gruppo nutrito di centri. Si tratta nello specifico di Alessandria, Brindisi, Chieti, Cologno Monzese, Cormano, Forlì, Grosseto, Lecce, Lecco, Magenta, Matera, Salerno, Savona, Taranto e Udine.

Le nuove città si aggiungono a quelle già raggiunte dalla fibra Fastweb in questa fase di espansione della rete (Arezzo, Caserta, Massa, Pistoia, Riccione, Rimini, Trento e Viterbo) e il provider può segnalare anche una crescita della copertura nella zona di Milano: alcuni quartieri non erano collegati in fibra e adesso invece lo sono. Si tratta delle zone di Affori, Barona, Bicocca, Crescenzago, Lambrate, Novara, Precotto, Quarto Oggiaro e Taliedo, per complessivamente circa 35 mila famiglie e imprese.

Alberto Calcagno, amministratore delegato di Fastweb
Alberto Calcagno, amministratore delegato di Fastweb

La rete in fibra che sta collegando i nuovi centri prevede velocità in download fino a 200 Mbps, quindi il doppio di quella consentita al momento ai clienti già acquisiti. Anche questi ultimi potranno avere l’incremento della banda, ma sarà graduale nel tempo. Oggi Fastweb offre collegamenti in fibra in circa duecento città: una ventina con banda fino a 200 Mbps e le altre con collegamenti fino a 100 Mbps.

L’espansione della rete prosegue: secondo quanto ha dichiarato Mario Mella, Chief Technology Officer di Fastweb, l’azienda sta lavorando sulla rete in 30 città contemporaneamente, ha 200 cantieri aperti e posa circa seimila chilometri di fibra al mese.

Read also :
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore