Anche Cisco rivede i server UCS con i chip Intel Xeon E5

CloudNetworkServer

Cisco aggiorna poi anche networking e gestione nei suoi Unified Computing System

Cisco Systems ha messo a punto un aggiornamento significativo alla sua piattaforma per i data center che va sotto il nome di Unified Computing System (UCS) . I primi UCS di Cisco risalgono a due anni fa e furono annunciati con una mossa che mise a rumore i concorrenti segnalando l’intenzione della società di muoversi al di fuori del tradizionale ambito del networking verso le piattaforme server per i data center.

Siamo arrivati alla terza generazione in cui anche le funzionalità di networking e di gestione sono state aggiornate al servizio del cloud computing . Come per i nuovi server dei suoi concorrenti l’occasione viene dai nuovi Xeon E5-2600 sui quali Intel ha migliorato le prestazioni di I/O. I nuovi UCS ne prendono atto incrementando le loro prestazioni di input-output di quattro volte sui sistemi precedenti.

Il nuovo UCS Manager consente la gestione di server su lama e su rack come fossero un’identità unica. Il dominio di gestione sarà poi allargato fino a migliaia di server nei data center distribuiti in tutto il mondo.
Ma la gestione di carici applicativi virtualizzati e distribuiti richiede infrastrutture di rete più efficienti. Per questo Cisco ha messo a punto un modulo di I/O che offre da 80 a 160 Gps per ciascun chassis e incorpora funzionalità di load balancing.

Read also :
Autore: Silicon
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore