Alcatel-Lucent amplia le capacità SDN per il mercato enterprise

Silicon è il sito di tecnologia dedicato alle strategie delle aziende IT che cavalcano i nuovi trend di mercato, dal cloud computing alla virtualizzazione, dal mobile al byod. Analisi, approfondimenti, prove di app e prodotti, oltre alle notizie quotidiane, fanno di Silicon l’appuntamento giornaliero per i manager che vogliono capire come la tecnologia possa aiutarli nel fare business. Su queste tematiche Silicon realizza interviste agli attori del mercato e reportage dai principali eventi, sia in Italia sia all’estero.

Supporto per OpenFlow e integrazione di OpenStack negli OmniSwitch di Alcatel-Lucent

Continua la marcia di avvicinamento di Alcatel-Lucent Enterprise verso le tecniche di virtualizzazione delle reti.La società franco americana ha presentato nuove tecnologie di Software Defined Networking (SDN) per il portafoglio OmniSwitch Ethernet LAN. Queste nuove capacità SDN, che comprendono l’automazione e il provisioning, risolvono problemi aziendali concreti, rendendo l’approccio SDN la base per una nuova e migliore user experience.

Il supporto per OpenFlow e l’integrazione di OpenStack sono disponibili tramite un aggiornamento software gratuito o senza alcun costo aggiuntivo al momento dell’acquisto di un nuovo sistema. L’annuncio è anche la sintesi di una serie di alleanze e partnership con altri vendor, come Aruba Networks, NEC , QLogic e Radware.

Gli OmniSwitch di Alcatel-Lucent abilitati per OpenFlow, operando con i controller wireless Aruba, possono instradare dinamicamente il traffico per garantire prestazioni ottimali, migliorando l’esperienza utente nell’utilizzo di applicazioni real-time che necessitano di molta banda su reti wireless. Al rilevamento di un’applicazione o un flusso di traffico indesiderati, viene immediatamente creata e applicata a livello OmniSwitch una policy di sicurezza automatica per fermare il traffico di rete dannoso. Questa funzionalità sfrutta le interfacce RESTful e Application Fingerprinting offerte dagli OmniSwitch di Alcatel-Lucent e da Radware DefensePro. All’interno del data center l’interfaccia programmabile migliora la fruizione delle applicazioni. Lo storage basato su IP e Fiber Channel può essere gestito sulla rete convergente del data center attraverso le interfacce programmabili disponibili sugli OmniSwitch di Alcatel-Lucent.

 

Al fine di garantire i benefici sopra elencati, sono state aggiunte al portfolio di soluzioni Application Fluent Network di Alcatel-Lucent, le seguenti funzionalità.
• Il supporto per OpenFlow 1.3 va ad aggiungersi al supporto API RESTful rilasciato in precedenza sui prodotti OmniSwitch.
• L’integrazione di OpenStack fornisce ulteriori interfacce southbound SDN che consentono la realizzazione di ecosistemi SDN virtualizzati aperti e multi-vendor.
• Un nuovo modulo disponibile per OmniSwitch 6900 con un’interfaccia nativa Fibre Channel e un gateway Fibre Channel-to-Fibre Channel over Ethernet (FCoE) integrati, consentono la convergenza di storage e dati nella rete data center. Questa capacità è stata testata con Storage Area Network (SAN) di QLogic e array di storage NetApp.

Read also :