Alcatel all’attacco su più fronti

Network

Dalla telefonia Ip ai satelliti Galileo, la multinazionale francese è attiva su molti fronti

Alcatel è una delle maggiori e più blasonate società europee di telecomunicazioni e vanta una storia più che centenaria. Infatti, la nascita dell’attuale società risale al 1898, quando l’ingegnere francese Pierre Azaria fondò la Compagnie Générale d’Electricité (Cge), con l’ambizioso obiettivo di dare alla Francia una grande società di riferimento nel campo dell’elettricità, come la tedesca Siemens e l’americana General Electric. Dopo oltre mezzo secolo di storia, nel 1966 Cge assorbì la Société Alsacienne de Constructions Atomiques, de Télécommunications et d’Electronique (Alcatel), da cui deriva il nome attuale. La crescita di Alcatel è caratterizzata da una nutrita serie di acquisizioni di aziende anche italiane, come la milanese Face (Fabbrica Apparecchiature per Comunicazioni Elettriche) nel 1987 e la Telettra, appartenente al gruppo Fiat, nel 1990. Alla fine degli anni 90, Alcatel assorbì alcune società di networking e di software, come Xylan (Lan), Packet Engines (Ip), Newbridge (tecnologie Atm) e Genesys (contact center), acquisendo importanti conoscenze in tutte le principali tecnologie Ict, che le permettono ora di giocare a tutto campo nell’infrastruttura e nelle applicazioni delle reti convergenti multiservizio. Attualmente Alcatel, che nel 2004 ha fatturato 12,3 miliardi di euro, è presente in oltre 130 paesi e fornisce soluzioni di comunicazione e applicazioni voce, dati e video agli operatori di telecomunicazione, agli Internet service provider e alle aziende. In occasione dell’Alcatel Enterprise Forum 2005, organizzato a Parigi all’inizio di febbraio, Alcatel ha presentato la sua offerta e le sue strategie, riassunte nell’ambizioso motto “be unlimited” e nel concetto, per la verità piuttosto abusato, di mettere l’utente e le sue necessità al centro della ricerca progettuale e profilare gli utenti in base alle loro funzioni e al modo in cui usufruiscono delle tecnologie. I riflettori sono puntati su telefonia Ip, contact center multi-canale Ip, collaboration, instant communications, comunicazione multimediale, soluzioni Ict convergenti e reti “autonomiche”, in grado di difendersi automaticamente e di “mettere in quarantena” le macchine sospette o infette”.Tutte queste tecnologie e applicazioni hanno l’obiettivo di migliorare le comunicazioni aziendali, per migliorare la soddisfazione dei clienti, la produttività degli impiegati e l’efficienza dei processi di business.

Read also :
Autore: Silicon
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore