Telecom Italia: prova aperta al pubblico della tecnologia LTE Advanced sulla rete TIM

Mobility

L’evoluzione della rete mobile 4G di Telecom Italia permette di raggiungere una velocità di connessione reale fino a 180 Mbps

E’ partita a Torino sulla rete 4G di TIM la prima sperimentazione dal vivo in Italia, aperta al pubblico, della tecnologia LTE Advanced, che permette una velocità reale di trasmissione dati fino a 180 Mbps in download, circa il doppio rispetto a quella massima attualmente disponibile sulle reti mobili italiane. Queste prestazioni rendono fruibili servizi e contenuti multimediali ad alta definizione con una qualità di immagini fino a 4K.

La soluzione tecnologica è in grado di combinare due bande di frequenza diverse – in questo caso 1800 MHz e 2600 MHz – e di ottimizzarle per raggiungere velocità di connessione al momento non consentite dagli attuali standard LTE. Grazie ai prototipi delle nuove chiavette LTE, sarà così possibile testare i servizi in mobilità ad altissima velocità, come vedere in streaming i film in HD da TIMVision, fruire di contenuti on demand e navigare in Internet con prestazioni nettamente superiori a quelle attuali.
Questa iniziativa si inserisce nell’ambito dell’ultimo piano di investimenti nazionale pari a 3,4 miliardi di euro dedicati esclusivamente alle tecnologie di ultima generazione, di cui 900 milioni per l’ultrabroadband mobile, a conferma dell’impegno a realizzare reti sempre più moderne e in grado di offrire nuovi servizi tecnologicamente evoluti.

In partnership tecnologica con Huawei, Ericsson e Qualcomm Technologies , Telecom Italia sta rendendo disponibile la tecnologia LTE Advanced su più stazioni radio-base in Italia.

 

Quanto alla tecnologia LTE una nota di Ericsson segnala che al livello mondiale la società ha implementato la maggior parte delle reti commerciali LTE al momento disponibili, firmando oltre 190 contratti LTE ed Evolved Packet Core con i principali operatori di telefonia mobile in 70 Paesi del mondo. Lo scorso maggio, Ericsson ha inoltre dimostrato un’ulteriore evoluzione dell’LTE Advanced, raggiungendo per la prima volta al mondo i 450 Mbps sulla rete mobile dell’operatore australiano Telstra.

ericmobile

Secondo l’ultimo Mobility Report di Ericsson, alla fine del primo trimestre 2014 si registrano 240 milioni di sottoscrizioni LTE nel mondo, mentre nel 2019 in Europa l’80% della popolazione sarà coperta da reti LTE con una penetrazione pari al 30%. Nel report si prevede inoltre che l’85% delle sottoscrizioni alla telefonia mobile in Nord America sarà LTE entro il 2019. Questa elevata penetrazione dell’LTE indica che il Nord America potrebbe essere una delle prime regioni ad adottare il 5G. Nel capitolo regionale dell’Ericsson Mobility Report viene mostrato come la penetrazione degli abbonamenti LTE abbia già raggiunto circa il 30% in Giappone e più del 50% in Corea del Sud – la percentuale più alta nel mondo.

Il Mobility Report disegna inoltre un’ampia panoramica del mondo prima dell’arrivo del 5G, con una previsione di quali saranno i driver principali che spingeranno questa tecnologia. Si prevede una crescita del traffico dati mobile di 10 volte tra il 2013 e il 2019 e si evidenzia la crescita di 3-4 volte nel numero di dispositivi M2M connessi ad una rete cellulare entro il 2019.

Read also :
Autore: Silicon
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore