Windows 10 e Surface nelle imprese: Microsoft gioca la carta Dell

MobilitySistemi OperativiTabletWorkspace

Parte la Surface Enterprise Initiative: Dell venderà il tablet Microsoft e soprattutto lo supporterà direttamente, poi entreranno in gioco anche HP, Accenture e Avanade

Microsoft ha tutte le intenzioni di rafforzare la presenza dei dispositivi Surface nelle imprese, che da parte loro sembrano ben intenzionate a utilizzare sempre più tablet e device 2-in-1. Servono però programmi ad hoc per semplificare la vita dei CIO che devono far entrare in azienda e poi gestire i nuovi dispositivi mobili. E serve anche che alle imprese sia chiaro l’eventuale vantaggio di avere Windows 10 al proprio interno, vantaggio che oggi – a 75 milioni di dispositivi attivati dal lancio – è forse più chiaro nel mondo consumer che non in quello aziendale.

Per Microsoft è il momento di muoversi e lo fa con due annunci contemporeanei: l’arrivo per il prossimo mese di nuove funzioni di Windows 10 dedicate all’uso aziendale e il lancio della Surface Enterprise Initiative. Entrambe sono state delineate da Yusuf Mehdi, Corporate Vice President of Marketing for Windows and Devices di Microsoft.

Surface Pro 3
Surface Pro 3

la Surface Enterprise Initiative è in sostanza il riconoscimento del fatto che Microsoft difficilmente riuscirebbe a essere percepita dalle grandi imprese come un fornitore a tutto tondo di hardware e dei servizi collegati: meglio realizzare partnership con altri vendor che invece hanno già più di un piede in quel segmento di utenza, specie nella fascia più alta. Per Surface la prima è Dell: dal prossimo ottobre Dell inizierà a vendere Surface Pro attraverso il suo canale commerciale, negli Stati Uniti e in Canada. Entro fine anno saranno attivate anche le vendite online e poi, da inizio 2016, l’iniziativa dovrebbe man mano estendersi ad altre nazioni.

Il dettaglio essenziale è che Dell non si limiterà a vendere il prodotto in sé. Chi acquista Surface potrà affiancarvi anche i servizi di garanzia, supporto, configurazione e installazione proprio di Dell. È un passo molto importante perché in questo modo l’azienda utente ha un unico fornitore a cui rivolgersi. Ed è anche significativo perché Dell accetta di coprire con le sue garanzie un prodotto che non ha realizzato direttamente. Dopo Dell, Microsoft intende coinvolgere anche HP, Accenture e Avanade. Con Dell e HP, tra l’altro, Microsoft arriva indirettamente a una buona fetta, a quanto pare sempre crescente, del mercato PC mondiale.

Michael Dell
Michael Dell

Microsoft d’altro canto non avrebbe il tempo di creare al suo interno un’organizzazione in grado di supportare Surface con i tempi di reazione e i livelli di assistenza che si aspettano le aziende di fascia enterprise. Lo stesso Mehdi ha spiegato che “I nostri clienti globali più grandi ci hanno detto che vogliono acquistare Surface da un solo partner, in un’unica transazione, e avere i dispositivi installati ovunque nel mondo“.

Lato software, Mehdi ha confermato l’arrivo in Windows 10 di alcune funzioni tipicamente aziendali che erano in parte già note e che dovrebbero essere disponibili entro fine anno. Si tratta di Enterprise Data Protection (EDP), che secondo Mehdi “offre protezione dei dati aziendali e personali dovunque transitino“; una versione aziendale di Microsoft Passport per la gestione protetta degli accessi ad applicazioni, reti e siti web; il Windows Store For Business, che permetterà la distribuzione controllata delle app aziendali insieme a quelle del Windows Store pubblico e l’acquisto di app in grandi quantità da parte degli amministratori IT.

Read also :
Autore: Silicon
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore