Il primato del 2015: il peggior declino di sempre del mercato PC

ComputerLaptopMobilityTabletWorkspace

Il mercato PC chiude il 2015 con il -10,4 percento in volumi: sorride solo Apple, l’unica a veder crescere le sue vendite in un comparto che cerca più innovazione

Anche i dati IDC dicono quello che sottolineano le rilevazioni Gartner: il 2015 per il mercato PC è stato un anno da dimenticare e mettere in archivio sperando che torni il bello nel 2016, una possibilità a cui la stessa IDC apre le porte puntando sul fatto che le novità tecnologiche e di prodotto presentate di recente, non ultimo al CES 2016, sono state recepite con favore da commentatori e utenti. Il 2015 resterà comunque l’anno in cui i computer venduti sono tornati sotto i 300 milioni di unità, come non accadeva dal 2008, e si chiude con un -10,4 percento in volumi rispetto al 2014 che è la flessione maggiore nella storia.

mktpcQuesto scenario viene mitigato dalla considerazione che è stato causato da fattori direttamente legati al mondo PC ma in larga misura anche da altri che non ne sono parte, pur avendo avuto un peso rilevante. Tra questi ci sono la debolezza delle valute rispetto al dollaro, una discesa generalizzata dei prezzi nel mondo retail e l’instabilità socio-economica che ha colpito diverse regioni del mondo. I fattori “tecnici” più importanti secondo IDC sono invece stati la tendenza degli utenti ad allungare il ciclo di vita dei prodotti che già hanno (per i PC anche grazie all’aggiornamento gratuito a Windows 10), la concorrenza fra computer e tablet (dimostrata dal fatto che inserendo nel mercato PC i tablet con tastiera staccabile si guadagnerebbero circa 3 punti percentuali di crescita) e smartphone e il fatto che comunque il 2014 ha visto un picco di sostituzioni per la fine del supporto a Windows XP.

Ma chi ha rimandato l’acquisto, a casa o in azienda, di nuovi computer non potrà continuare a farlo ancora per molto senza avere problemi di performance o sicurezza – spiega Loren Loverde, IDC Vice President Worldwide PC Tracker – e in particolare l’adozione di Windows 10 nelle imprese sta cominciando a prendere il suo slancio. Tutto questo dovrebbe combinarsi in un mercato PC in crescita soprattutto nella seconda parte del 2016. Anche perché di fronte a prodotti di qualità la domanda si fa sentire, come sottolinea Jay Chou, Research Manager IDC Worldwide PC Tracker: “L’entrata di Apple tra i primi 5 vendor mostra che ci può essere forte richiesta per i sistemi innovativi che mettono in primo piano l’esperienza utente, anche se sono a prezzi premium”.

mktpc2In quanto proprio a vendor, il 2015 si chiude con Lenovo al primo posto e al 20,7 percento di market share per volumi di vendita. Seguono HP (19,4), Dell (14,1), Apple (7,5) e Acer (7,1). Apple è l’unico produttore a crescere (+6,2 percento) e il mercato va in generale consolidandosi, con Lenovo, HP e Dell come uniche aziende, a parte appunto Apple, che fanno segnare un risultato migliore della media. Insieme, i top 3 fanno il 54,2 percento del mercato rispetto al 51,1 di un anno fa. Una crescita del 6 percento circa.

Read also :
Autore: Silicon
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore