Il declino dei tablet. Si salvano solo quelli con la tastiera

Nel 1998 inizia la sua esperienza nel mondo IT in Mondadori e partecipa alla nascita di Web Marketing Tools di cui coordina la redazione. Redattore esperto di software per PC Magazine, e caporedattore di ComputerIdea, segue da circa 20 anni l'evoluzione del mondo hardware, software e dei servizi IT in un confronto continuo con le aziende leader del settore

IDC ha diffuso i dati sul mercato dei tablet relativi al primo trimestre del 2017. Crescono le vendite dei detachable, declino inesorabile per le tavolette tradizionali

Il mercato dei tablet è in calo e in trasformazione. Secondo gli ultimi dati IDC la vendita delle tavolette è scesa dell’8,5 percento nel primo trimestre del 2017, rispetto allo stesso trimestre del 2016 e soprattutto continua la migrazione degli utenti dal form factor classico a quelli con la tastiera staccabile. Per intenderci, facendo un esempio molto semplice: iPad è un modello della prima tipologia, i vari iPad Pro appartengono alla seconda. Non solo IDC necessariamente fa riferimento alla seconda tipologia indicando come si assottigli la distinzione tra questi e i sistemi ibridi e 2-in-1, quindi da considerare laptop.

I tablet, come li pensiamo da sempre, sono nati nel 2010, hanno avuto il loro picco di vendite nel 2014, poi il declino è risultato inarrestabile: la pigrizia degli utenti nel ricambio dei device (un tempo molto più lungo rispetto agli smartphone) e pochi sostanziali cambiamenti tecnologici sono tra le cause più importanti, senza contare che in questi anni la diagonale degli smarpthone è cresciuta e quindi ha in parte reso inutile l’acquisto di un device stanziale come il tablet, compresso dal basso dagli smartphone, ma dall’alto proprio dagli ibridi che, come detto, crescono.

Azienda 1Q17
Unità spedite
1Q17
Market Share
1Q16
Unità spedite
1Q16
Market Share
Crescita
Anno su anno
1. Apple 8.9 24.6% 10.3 25.9% -13.0%
2. Samsung 6.0 16.5% 6.0 15.2% -1.1%
3. Huawei 2.7 7.4% 2.0 5.1% 31.7%
4. Amazon.com 2.2 6.0% 2.2 5.6% -1.8%
5. Lenovo 2.1 5.7% 2.2 5.5% -3.8%
Others 14.4 39.8% 16.9 42.7% -14.7%
Total 36.2 100.0% 39.6 100.0% -8.5%
Fonte: IDC Worldwide Quarterly Tablet Tracker, May 4, 2017

 

In questo contesto a guidare il mercato è sempre Apple, con il suo iPad, venduto nel primo trimestre del 2017 in 8.9 milioni di unità, e tuttavia con la più alta percentuale negativa anno su anno (-13 percento), Samsung che vende 6 milioni di pezzi ha perso solo l’1,1 percento anno su anno, e anche in questo caso, come per gli smartphone il risultato davvero positivo è quello di Huawei che marca +31,7 percento. Al quarto e al quinto posto ci sono le proposte di Amazon e Lenovo. Con una percentuale di market share intorno al 5 percento.

Huawei MediaPad M3
Huawei MediaPad M3

Vale la pena di considerare nello specifico il mercato di Huawei. Come Samsung, Huawei ha migrato parte della propria proposta da modelli slate basati su Android a device detachable (quindi con la tastiera) e con Windows. Gli analisti IDC pensano che sia proprio da ricercare nel mix della proposta la chiave del successo più marcato in questo mercato. Huawei avrebbe trovato la quadra tra l’idea di un dispositivo economico, con Windows 10 e la tastiera e l’idea ancora del tablet.

WHITE PAPER: Sei interessato ad approfondire l’argomento?  Scarica il whitepaper  “Le app sono il volto del business, ma che ricordo lasciano ai clienti?”