Mercato tablet al -15 percento, sorridono solo Huawei e Amazon

Giornalista e collaboratore di TechWeekEurope, si occupa professionalmente di IT e nuove tecnologie da oltre vent'anni e ha collaborato con le principali testate italiane di settore

Follow on: Linkedin

Trimestre negativo per il mercato tablet, frenato dalle poche novità. Il futuro è chiaramente dei modelli con tastiera staccabile.

Lo scenario dipinto dalle cifre IDC relative al primo trimestre 2016 del mercato tablet fanno eco a quelle che erano state pubblicate tempo fa sull’anno 2015 nel suo complesso: declino a doppia cifra (stavolta siamo al -14,7 percento in volumi) e segno più solo per pochissimi produttori con connotazioni particolari. In questo trimestre sono Huawei e Amazon a essere sugli scudi con tutti gli altri a mostrare segni di (relativa) crisi. A pesare tra l’altro è stata anche la stagionalità del mercato, dato che il primo trimestre è notoriamente una fase con risultati poco interessanti.

Secondo IDC il mercato tablet nel primo trimestre ha mosso 39,6 milioni di pezzi ed è ormai diviso in due ambiti. Le classiche “tavolette” senza tastiera – o slate – sono la maggioranza (87,6 percento del mercato) ma sono anche in costante flessione e ormai sono sinonimo della fascia bassa del mercato. Questo può andare bene per chi punta a far crescere la propria presenza (come Amazon) ma non per chi vuole invece fare margini. L’altro campo del mercato tablet – i modelli con tastiera staccabile – vede una crescita a tre cifre anno su anno e nel trimestre ha mosso 4,9 milioni di pezzi. È il 12,4 percento del mercato mentre in tutto il 2015 questa percentuale era stata del 3,9: questo dà un segno evidente della differenza di crescita dei due segmenti.

tablet-1q16Il mercato dei tablet con tastiera staccabile è anche quello più dinamico, secondo IDC. Microsoft l’ha di fatto concretizzato con la linea Surface e Apple ha giocato una buona carta con iPad Pro, anche se gli analisti sottolineano che questo modello ha un costo alto per il mercato consumer e che iOS non è ancora completamente accettato nelle imprese. In questo segmento stanno poi entrando altri produttori di rilievo come Samsung e Huawei, che vengono dal mondo smartphone e quindi capiscono bene le dinamiche degli utenti in mobilità.

In quanto a produttori, la top 5 del primo trimestre 2016 vede in testa Apple con il 25,9 percento del mercato, seguita da Samsung (15,2) e dal trio in rapida successione composto da Amazon (5,7), Lenovo (5,5) e Huawei (5,2). IDC vede per Apple un futuro in cui la vendita di iPad sarà legata alle sostituzioni e la crescita dovrebbe venire dagli iPad Pro, mentre per Samsung resta il vantaggio dei Galaxy Tab come i quasi unici tablet Android “premium” (ma non solo). La crescita di Amazon è legata al Fire a basso costo e in parte anche quella di Huawei, in attesa dell’andamento del nuovo MateBook. Qualche problema per Lenovo che deve ampliare la sua offerta per ora troppo sbilanciata sugli slate Android.

Read also :