Si apre la corsa al 5G: la Corea del Sud lavora a una rete per il 2020

Mobility

La Corea del Sud stanzia oltre un miliardo di euro per sostenere lo sviluppo del wireless 5G nel Paese

La Corea del Sud non vuole rinunciare ai suoi primati nel wireless post-4G. Primo paese ad essersi impegnato nella tecnologia LTE Advanced ( con SK TeleKom nel giugno scorso) , la nazione asiatica intende anche arrivare prima sulla spiaggia del 5G. Per questo il governo coreano ha annunciato un piano di finanziamenti per un equivalente di 1,1 miliardi di euro per arrivare a dotarsi di una rete 5G a partire dal 2020.

Va detto che la normativa 5G e le sue caratteristiche tecnologiche sono ancora da precisare , ma la prossima generazione delle reti mobili conosce già i suoi obiettivi e ambisce a moltiplicare per 100 ( almeno, forse mille volte, oltre i 10 Gbps) ) le velocità di collegamento e la loro stabilità ,ad esempio in modo che la comunicazione sia stabile anche all’interno di un treno ad alta velocità).

Il governo coreano considera questa evoluzione tecnologica con un mezzo per aiutare la crescita del paese come è stato nella generazione precedente della tecnologia mobile . D’altra parte non possono esistere i big data senza un veicolo mobile come il 5G.

Una visione ambiziosa che è condivisa anche da altre nazioni. Di recente l’Europa ha deciso di allocare 700 milioni di euro allo sviluppo del 5G da qui al 2012 nel quadro di una collaborazione tra pubblico e privato. E i fornitori di apparati si stanno già muovendo . Ad esempio la cinese Huawei ha annunciato di voler consacrare 600 milioni di euro allo sviluppo di una soluzione 5G. Nokia Solutions and Networks (NSN) ha aperto una proprio centro di ricerca nell’area di New York,

Read also :
Autore: Silicon
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore