Il Samsung Techonomic Index misura l’impatto della tecnologia sul business in Italia

EnterpriseFisco e FinanzaMobility

Samsung: gli Italiani si affidano a contenuti digitali informativi ed educativi per incrementare la propria competitività professionale

Lo studio Samsung Techonomic Index commissionato dallo European Samsung Lifestyle Research Lab ha coinvolto 5.000 persone in 5 Paesi europei (Italia compresa). In Italia i dispositivi tecnologici e l’innovazione digitale si confermano driver di business sempre più rilevanti . Inoltre il mercato dell’elettronica di consumo può contare su una maggiore propensione all’acquisto di dispositivi hi-tech rispetto a quella registrata mediamente in Europa.

In tre mesi gli Italiani hanno speso circa 559 euro a testa in prodotti tecnologici Ma non si tratta solo di consumatori : l’impatto sul business gioca un ruolo chiave anche nelle motivazioni che guidano la scelta d’acquisto in ambito tecnologico. Più di un terzo degli italiani (35%) decide di comprare nuovi dispositivi tecnologici di tipo mobile – smartphone, tablet o PC – con l’obiettivo di utilizzarli a scopo professionale, confermando il trend crescente del Bring Your Own Device (BYOD) .

Ci sono poi buone notizia per tutti vendor: esiste una maggiore propensione degli italiani ad acquistare nei prossimi tre mesi questo genere di dispositivi (38% rispetto al 30% della media in Europa). Dal Samsung Techonomic Index emerge, dunque, il quadro di un’Italia tecnologica, dove le persone si affidano alla tecnologia anche per informarsi e acquisire le conoscenze e le competenze professionali richieste dal mercato di oggi.

samsungtab

Gli Italiani amano fruire di ebook e emagazine o di contenuti specificatamente professionali, sia che siano gratuiti (27% e 12%) sia che si tratti di contenuti a pagamento (10% e 4%). Se ebook e magazine digitali sono i contenuti per i quali la maggior parte delle persone è disposta a pagare (10% rispetto all’8% per le app di gaming, al 6% del download di musica o al 5% del download di video e film), quelli di tipo formativo e professionale sono i contenuti per i quali gli italiani hanno speso di più (circa 18 euro in un mese) preceduti solamente dalle app per Smart TV (21 euro in un mese), in linea con la media europea. Il 17% degli italiani ama poi usare lo strumento delle video-chiamate per mantenere vivi i rapporti con la famiglia e gli amici, un risultato superiore alla media europea (14%).

Read also :
Autore: Silicon
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore